Paziente muore per scambio di provette

12 Novembre, 2017, 02:47 | Autore: Fausta Monteleone
  • Morto per uno scambio di prelievi quattro medici a processo

Per questo motivo sono accusati di omicidio colposo 4 medici dell'ospedale di Pieve di Cadore nel processo che si sta celebrando a Belluno.

Una morte incredibile quella del bellunese, dove il 76enne Alberto Giacobbi è deceduto per uno scambio di provette per un caso di omonimia. "Mio papà è morto per emorragia cerebrale - ha spiegato Beatrice Giacobbi - indotta dalle terapie anticoagulanti effettuate con un erroneo dosaggio". Un farmaco troppo leggero per un paziente nelle condizioni di Giacobbi, idoneo invece per il suo omonimo ricoverato nella stessa struttura ma con una storia clinica completamente diversa.

Il dirigente medico dell'ex Usl 1 ha riferito al giudice, come riporta Il Gazzettino, che un medico gli disse "che c'era stato uno scambio di prelievi" e di aver quindi "ritenuto di procedere alla segnalazione all'autorità giudiziaria". "Non mangiava più ed era praticamente 'parcheggiato' sotto terapia sedativa".

Raccomandato: