Catalogna, Puigdemont frena: "C'è alternativa all'indipendenza"

13 Novembre, 2017, 17:20 | Autore: Santina Resta
  • Catalogna, Puigdemont:

"Sono disposto e sono sempre stato disposto ad accettare la realtà di un altro tipo di relazione con la Spagna", ha affermato, prima di precisare di essere pronto a trovare una soluzione alternativa all'indipendenza che, a suo giudizio, "è ancora possibile!", esclama.

In un'altra intervista alla radio catalana Rac1 anche Clara Ponsati, ministro ora "in esilio" a Bruxelles nel governo destituito da Madrid del presidente Puigdemont, ha affermato che il Govern catalano "non era abbastanza preparato per applicare l'indipendenza". "La soluzione è sedersi al tavolo del negoziato". All'Europa Puigdemont chiede di fare la stessa cosa che ha fatto con Polonia e Ungheria: valutare se ci sono stati "abusi" di diritti: "salta agli occhi che il Governo spagnolo non ha rispettato la carta dei diritti fondamentali".

Ieri l'ex governatore catalano in un'intervista a "Sky News" aveva lamentato di essere stato "trattato come un criminale, un trafficante di droga, un pedofilo o un serial killer".

Intanto, i leader del Partito democratico europeo catalano (Pdecat), l'ex presidente catalano Artur Mas e la segretaria Marta Pascal, hanno raggiunto Puigdemont nella capitale belga per preparare la lista che presenteranno alle elezioni del 21 dicembre.

Raccomandato: