Fabio Fazio contro Massimo Giletti, ascolti Tv: ecco chi ha vinto

13 Novembre, 2017, 19:54 | Autore: Bianca Mancini
  • Ascolti Tv Auditel Giletti contro Parodi

Massimo Giletti su La7 con "Non è l'arena" sfida "Che tempo che fa" di Fabio Fazio, in onda su quella Rai 1 che non lo ha più voluto dopo anni di onorata carriera. Su RaiUno Che tempo che fa condotto da Fabio Fazio ha messo a segno 3 milioni 767 mila spettatori (14.2%) e la seconda parte della trasmissione Che tempo che fa - Il Tavolo ha raggiunto uno share del 14% con 2 milioni 551 spettatori. Boom di Massimo Giletti al suo esordio su La7 con Non è l'arena, visto da 1.969.000 telespettatori pari a uno share dell'8,92%. Le Iene Show su Italia1, dove è stato confermato il nome di Fausto Brizzi come presunto molestatore di molte giovani donne aspiranti attrici, e l'esilarante scherzo organizzato ai danni di Marco Travaglio, ha incollato davanti al piccolo schermo 2.250.000 spettatori con l'11.44% di share. Ncis su Rai2 al 7.62% e il Gp di di Formula 1 del Brasile in differita arriva al 6.75%. Su La7 grande successo di Non è l'Arena: 1,969milioni e 8,92%, Molto dietro i film: su Rai3 Il pescatore di sogni 1,1 milioni e 4,35%, su Rete4 War Horse 783mila e 3,8%.

Ma, secondo la società che si occupa dei analizzare le preferenze dei telespettatori, il ritardo nella diffusione dei dati non è stato organizzato volutamente. Un ritardo "curioso" per lo stesso Giletti: "Non è la prima volta che i dati Auditel non escono, ma certo è curioso che proprio in una giornata così particolare non ci siano". "Chiediamo all'Autorità di fare chiarezza perché, indipendentemente dai motivi che hanno determinato i ritardi, la mancata pubblicazione dei dati Auditel crea un danno ad una moltitudine di soggetti", ha spiegato il presidente Carlo Rienzi. "Dai vertici Rai mi aspettavo un messaggio, perché la vita cambia, ma il rispetto delle persone deve rimanere". Ad esprimere perplessità anche Renato Brunetta di Forza Italia su Twitter e Michele Anzaldi - deputato del Pd e segretario della commissione di Vigilanza Rai - che si chiede, su Facebook, a chi spetti il controllo del servizio affidato ad Auditel. Non capisco se questa cosa è solo una battuta o altro.

Ma una sfida tutta politica si è consumata nei dati d'ascolto. "Che dire. a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca".

Giletti, peraltro, non ha dato peso ai più recenti sviluppi della vicenda, scaturiti dall'intervista in cui l'ex direttore dell'Avanti!, Lavitola, racconta di aver ottenuto i documenti che hanno inguaiato Fini e Tulliani da funzionari dell'isola di Santa Lucia grazie a 500 mila euro versatigli da Silvio Berlusconi (che ha smentito).

Raccomandato: