Pedofilia: vittima accoltella presunto orco, è grave

13 Novembre, 2017, 15:24 | Autore: Santina Resta
  • Un ragazzo di 23 anni ha accoltellato l'uomo che lo avrebbe violentato quando era minorenne

Il ferito, che ha 48 anni, è ricoverato nel nosocomio cittadino in prognosi riservata. Il medico, poco prima di perdere conoscenza, è riuscito a indicare, al personale di soccorso e ai carabinieri, l'identità del suo aggressore, che ora è accusato di tentato omicidio e lesioni gravissime. Per questo motivo, i carabinieri erano già sulle tracce del 23enne quando quest'ultimo si è presentato in caserma, assumendosi la responsabilità dell'accaduto.

La persona in fin di vita è un medico, ex allenatore di calcio giovanile.

Si tratta di un ragazzo di 23 anni che avrebbe agito per vendicare presunti abusi sessuali subiti anni prima da parte della vittima, quando il professionista aveva ospitato a casa sua il giovane, ancora minorenne all'epoca dei fatti. Il presunto pedofilo è stato sottoposto a un intervento chirurgico di urgenza finalizzato a fermare una vasta emorragia.

Il professionista, che ha sempre respinto le accuse, è imputato per pedofilia. La prognosi resta strettamente riservata. Quanto alla situazione giudiziaria dell'uomo, la scorsa primavera era stato posto agli arresti domiciliari, periodo durante il quale era stato sospeso in via cautelare dalla direzione dell'Azienda per l'assistenza sanitaria di Pordenone.

Un provvedimento che poco dopo fu reso inefficace dalle disposizioni del giudice, il quale consentì al medico di svolgere ugualmente la propria attività professionale. Lo stesso che, qualche settimana più tardi, revocò anche le restrizioni della libertà personale in attesa del processo.

Raccomandato: