Addestratore sbranato da bull terrier. Codacons: istituzioni immobili

22 Novembre, 2017, 17:07 | Autore: Santina Resta
  • Sbranato dal cane di un amico Morto un addestratore

A trovare il cadavere è stato un vicino di casa, richiamato dal continuo abbaiare del cane.

"Una tragedia annunciata che fa seguito ad una lunga scia di morti provocata in Italia da cani potenzialmente pericolosi per l'uomo" denuncia in una nota Codacons, commentando la morte di un addestratore nel torinese sbranato da un bull terrier. L'autopsia nei prossimi giorni chiarirà con esattezza la dinamica dei fatti. Come detto, però, non è escluso che il cane abbia morso la vittima quando questa era già a terra. E' una delle ipotesi formulate dagli investigatori dopo il primo esame del medico legale sul corpo di Davide Lobue.

"Da anni chiediamo di prendere provvedimenti in tema di cani pericolosi ma le istituzioni rimangono immobili a guardare bambini e uomini morire sbranati - attacca il presidente Carlo Rienzi - E' indubbio che esistano razze di cani potenzialmente pericolose per l'uomo e, indipendentemente dall'educazione che si dà al proprio animale, è universalmente riconosciuto che alcune specie, come il bull terrier, i pitbull o i rottweiler, per le loro caratteristiche proprie (potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali in caso di morsicatura". Il cane aveva infatti dei problemi comportamentali e il suo padrone, Daniele Conte, aveva chiesto all'addestratore di occuparsene.

Secondo quanto riferito, pare che il cane gli fosse stato affidato nel pomeriggio di sabato da un amico. Sull'accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri. Il cane, che ha un anno e sei mesi, è stato temporaneamente affidato al canile di Settimo ed è sotto osservazione sanitaria.

Raccomandato: