Ue-19: disoccupazione ancora giù, 8,8% a ottobre

30 Novembre, 2017, 17:03 | Autore: Doriano Lui
  • Lavoro a ottobre disoccupazione stabile all'11,1%. Quella giovanile cala al 34,7

Il tasso di disoccupazione a ottobre è rimasto stabile rispetto a settembre all'11,1%. Gli occupati tra i 15 e i 24 anni infatti sono 998.000.

Gli occupati registrati a ottobre in Italia erano 23 milioni e 82mila, in calo di 5mila unità su settembre e in aumento di 246mila unità su ottobre 2016.

Cala il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), che a ottobre è pari al 34,7%, giù di 0,7 punti percentuali rispetto al mese precedente.

Allo stesso modo, il tasso di occupazione in questa fascia di età è stato pari al 17% in aumento di 0,4 punti rispetto al mese di ottobre dello scorso anno.

Ad aumentare però sono anche gli inattivi. Tra gli altri dati emersi negli ultimi sei mesi, gli ulteriori 1.644 lavoratori provenienti da altre regioni italiane che hanno trovato occupazione in Alto Adige, e la cui presenza attualmente supera le 12mila unità. Tra i 25 e i 34 anni si registra un avanzamento di 11.000 unità mentre tra i 15 e i 24 anni c'è un aumento di 18.000 occupati. Il tasso di inattività rimane invariato al 34,5%. Se si guarda al genere il tasso di occupazione tra gli uomini al 67,3% (+0,1 punti sul mese, +0,6 punti sull'anno). Per l'istituto statistico il tasso di disoccupazione tra i 15 e i 64 anni è rimasto stabile rispetto a settembre al 58,1%. Il tasso di occupazione femminile al 49% (invariato su settembre, +0,7 sull'anno). Diminuisce anche il tasso di disoccupazione giovanile, che si attesta al livello più basso da giugno 2012.

Nell'arco temporale che va da dicembre 2014, data di avvio dell'Osservatorio, ad ottobre 2017, l'occupazione delle micro e piccole imprese e nell'artigianato è cresciuta complessivamente del 9,9%. Nello stesso periodo diminuiscono sia i disoccupati (-4,6%, -140 mila) sia gli inattivi (-1,4%, -183 mila). "Con gli incentivi previsti nella legge di bilancio per il 2018 - conclude Poletti - contiamo di rafforzare ulteriormente questa tendenza, in particolare sostenendo le assunzioni di giovani con contratti di lavoro stabile".

Raccomandato: