Francesca Barracciu, sottosegretaria a processo: Mi dimetto

05 Dicembre, 2017, 15:36 | Autore: Santina Resta
  • Francesca Barracciu, sottosegretaria a processo: Mi dimetto

L'ex sottosegretaria alla Cultura del Governo Renzi, Francesca Barracciu, è stata condannata a quattro anni di reclusione per peculato aggravato nell'ambito dello scandalo sui fondi destinati ai gruppi del Consiglio regionale della Sardegna e spesi per fini non istituzionali.

Dopo le regionali, Barracciu è stata nominata sottosegretario, scatenando anche le polemiche per la scelta del premier Renzi, che però ha difeso la scelta di nominarla quando era già indagata e di non chiedere mai le dimissioni di politici indagati.

Cinque anni aveva chiesto il pubblico ministero Marco Cocco, 4 anni hanno inflitto i giudici della seconda sezione penale di Cagliari. La vincitrice delle primarie del centrosinistra (anno 2013: la mattina dopo il trionfo, aveva ricevuto un invito a comparire che aveva svelato l'esistenza dell'inchiesta costringendola a rinunciare alla corsa quale candidata a governatrice) per il Tribunale ha speso illecitamente (quindi per scopi privati) circa 81 mila euro di denaro pubblico. "Certo che sono scossa, ma comunque serena, perche' questo e' soltanto il primo tempo di una partita che ne dura tre".

Il collegio ha accolto nella quasi interezza la ricostruzione degli inquirenti, centinaia di carte messe insieme dai carabinieri e finanzieri della sezione di polizia giudiziaria: il tribunale ha ritenuto prescritti al 17 novembre 2004. In questi anni ho fatto un lavoro su di me. Sono stati quattro anni molto duri, ho rinunciato - unica in Sardegna - raggiunta dall'accusa di peculato, alle cariche che rivestivo, quindi sono stata travolta politicamente in solitudine. "Ho avuto, finalmente, dopo quella disgraziata del primo periodo, una difesa da Nobel, grazie all'avvocato Franco Luigi Satta - ha aggiunto l'ex consigliera regionale del Pd - Leggeremo poi le motivazioni che hanno indotto a condannarmi. Facendo tesoro della mia esperienza, spero di essere diventata una persona migliore e con questa forza affronterò il secondo grado".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Raccomandato: