Casa » Sport

Inaugurata a Parigi la Hall of Fame della FIA

05 Dicembre, 2017, 18:53 | Autore: Eufebio Giannola
  • Alfa Romeo 158

Nove i campioni del mondo presenti nella capitale transalpina: in rigoroso ordine cronologico, sono intervenuti Jackie Stewart, Mario Andretti, Alain Prost, Nigel Mansell, Damon Hill, Jacques Villeneuve, Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Nico Rosberg. La 'Hall of Fame' è infatti allo stesso tempo un luogo ideale, una galleria di campioni e personaggi che hanno dato lustro al movimento calcistico italiano resa visibile una volta l'anno con la consegna del riconoscimento durante una cerimonia ufficiale e un luogo fisico all'interno del Museo del Calcio di Coverciano, dove conservare e tramandare, attraverso i cimeli donati dai protagonisti che ne fanno parte, la memoria storica del football italiano.

In un evento celebrativo dei piloti di maggior successo della storia della Formula 1, è pesata l'assenza del recordman assoluto della categoria, Michael Schumacher.

"La Hall of Fame della FIA è stata pensata per mettere in evidenza i campioni della storia dello sport automobilistico, che rappresentano o hanno rappresentato per la FIA valori come impegno, integrità, rispetto e sportività", ha dichiarato un orgoglioso Jean Todt.

"Sappiamo che Michael dovrebbe essere qui - ha detto la Kehm - sono certa che gli farebbe enormemente piacere". E proprio il presidente della FIA ha speso delle parole di affetto per il sette volte campione del mondo.

"Michael è una persona molto speciale, lo è per il mondo dei motori, lo è per me, è un vero amico e continua a lottare per riprendersi".

Todt ha poi raccontato un aneddoto su Schumacher, risalente alla preparazione per la stagione 2001. "Era sempre pieno di dubbi, fece quel test e non andò male". "In questo modo celebreremo degnamente tutti i campioni FIA che hanno fatto la storia del Motorsport rendendola ricca e stimolante".

Raccomandato: