Casa » Sport

Milan, Gattuso: "I nuovi al di sotto delle possibilità. Rijeka? Gara importante"

06 Dicembre, 2017, 21:08 | Autore: Eufebio Giannola
  • Milan Il programma della settimana tra Rijeka e Bologna | Sport e Vai

RIJEKA - "Sono una squadra organizzata".

All'andata a San Siro contro il croati il Milan si fece rimontare dal 2-0, segnando poi a tempo quasi scaduto con Cutrone: "Mi ricordo l'atmosfera a San Siro dai tifosi croati nella partita d'andata, sembravano 20.000 ma erano 4.000. Ero piccolo, mi sono addormentato prima dei rigori e mi sono svegliato dopo che avevamo vinto".

Il centrocampista argentino fin dal momento del suo acquisto quest'estate per 17 milioni di euro più 3 di bonus dalla Lazio è stato indicato come colui che avrebbe dovuto rappresentare il fulcro del gioco, il faro della costruzione della manovra rossonera. Non voglio dare la sensazione di paura.

PALETTA - "Domani giocherà dall'inizio, si sta allenando bene, con grande voglia ed è giusto dargli minutaggio". La squadra rispecchia il loro carattere e quello dell'allenatore, sono forti tecnicamente e non buttavano mai il pallone. I giocatori arrivati non stanno dando quello che devono, Kessie e Kalinic avevano un passo completamente diverso lo scorso anno ma ho fatto due nomi casuali, vale per tutti. "Voglio vedere una squadra che sappia di essere forte e che sappia soffrire - dice Gattuso -. Anche se c'è molto da migliorare". Io sono felice di essere al Milan.

Parola anche a Locatelli: "Giocare meno mi pesa relativamente, ogni volta che vengo chiamato in causa ci sono, e devo cercare di dimostrare il mio valore".

Gattuso sui convocati: "Sono 8 giorni che alleno il Milan, la condizione fisica non si può migliorare in otto giorno, però vedo molta disponibilità. Chi è rimasto a Milano deve recuperare e ho preferito farli lavorare, perchè hanno fatto carichi importanti sia ieri che oggi: la scelta è stata questa". Per la classifica non conta nulla, ma a livello mentale ci serve come il pane un risultato importante.

Il Milan è già qualificato al prossimo turno di UEFA Europa League, ma Gennaro Gattuso vuole una squadra che dimostri di essere forte: "Voglio vedere la voglia e il senso di appartenenza".

Sull'Europa League: "Ci ho partecipato e l'ho fatta, siamo stati eliminati dal Dortmund: è emozionante, come lo è stato il debutto in panchina con il Milan".

Manuel Locatelli è stato intervistato da Sky Sport 24 dopo la conferenza stampa pre Rijeka-Milan.

Raccomandato: