Casa » Sport

Napoli, Sarri: "Domani capiremo se siamo grandi o meno"

06 Dicembre, 2017, 01:25 | Autore: Eufebio Giannola
  • Napoli, Sarri:

Poi bada al sodo: "Voglio andare agli ottavi con c**o". Ora manca Insigne e nessuno si lamenta. Domani giochiamo senza Insigne e dobbiamo fare bene lo stesso.

"E' una gara che può essere decisiva come non, è un torneo a parte che non ha nulla a che vedere col campionato". Con un pizzico di fortuna potremmo essere il primo Napoli capace di arrivare per due volte di fila agli ottavi e questo ci darebbe gusto. "Quest'anno ho la sensazione che i miei in Europa si sentano in prova, siamo più determinati in campionato". Mi sono pentito di averlo fatto negli ultimi minuti col City, abbiamo preso due contropiedi e due gol che hanno dato un'idea diversa dell'andamento della gara. Se ho sentito Guardiola? La nostra forza è un gruppo fatto da 25 leader che ora deve rialzarsi dopo la prima sconfitta dopo tanti mesi: "vincere contro il Feyenoord è la migliore risposta che possiamo dare alle critiche piovute sul Napoli in questi giorni". Uno scenario a cui Mertens preferisce non pensare. "Sono sicuro che il City darà il massimo al cospetto dello Shakhtar con l'obiettivo di scrivere un clamoroso record di punti". Sappiamo che sarà una gara difficile, loro sono cresciuti e sono solidi in difesa.

Quando gli è stato chiesto se la squadra stia attraversando un momento di crisi, ha risposto alla sua maniera: "Ma di cosa parliamo?"

Tornando al ko con la Juventus: "Quanto più è lunga l'imbattibilità, fa più male la sconfitta". Se non si è segnato è perché abbiamo avuto meno lucidità sotto porta, c'è stata qualche verticalizzazione di meno. "La partita di Rotterdam ci dirà se siamo grandi, i grandi si rialzano mentre gli altri no".

Maurizio Sarri ha parlato alla vigilia di Feyenoord-Napoli. Squadra in crisi? Abbiamo fatto 206 punti in 91 partite. A noi i problemi ce li creano, non esistono.

La ricetta per reagire è semplice: "La reazione i miei ce l'hanno sicuramente, guai a perdere un briciolo di fiducia costruita in 27-28 mesi per un risultato contrario ma in un match che ci ha fatto uscire più forti. Dopo la partita non ho dormito, nemmeno la notte successiva, ma se poi vedo 10' di allenamento che mi piacciono il giorno dopo riprendo la sciabola".

Raccomandato: