Sedativi in biberon figlia: tentato omicidio

06 Dicembre, 2017, 17:40 | Autore: Santina Resta
  • “Bevi piccola”. Choc in Campania cerca di uccidere la figlia con droghe nel biberon

Ha avvelenato la figlia di tre anni somministrandole farmaci, droghe e sedativi con il biberon.

L'avvio del processo è previsto per il 10 gennaio davanti ai giudici della V sezione penale. L'intervento tempestivo dei medici ha evitato la morte della bambina.

Marina Addati, è stata arrestata nel gennaio scorso e attualmente è detenuta nel carcere di Benevento.

Secondo quanto emerso finora il progetto della donna, che soffre di problemi psichici, era quello di avvelenare la figlia per rinsaldare il rapporto ormai in crisi con il marito, minacciando l'uomo di togliersi la vita se avesse parlato.

Gli inquirenti non escludono che l'imputata possa essere affetta dalla sindrome di Munchhausen, un disturbo che affligge alcuni genitori spingendoli ad arrecare un danno fisico ai figli nel tentativo di attirare l'attenzione.

Raccomandato: