Dopo le Mura, la pizza diventa patrimonio dell'umanità

07 Dicembre, 2017, 09:56 | Autore: Bianca Mancini
  • Pizza Napoletana

Questo è il segno della grande potenza di Napoli attraverso la sua arte, le tradizioni e la fantasia. Il 12° Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Unesco, riunito in sessione sull'isola di Jeju, ha valutato positivamente la candidatura italiana. "Grazie anche al professor Pier Luigi Petrillo, capo dell'ufficio legislativo della Regione, che ha scritto il dossier di candidatura dei Pizzaiuoli napoletani e ha coordinato il negoziato internazionale" ha concluso il Presidente De Luca. Si tratta del 58esimo riconoscimento all'Italia.

La notizia che l'Arte del pizzaiuolo napoletano nella lista del patrimonio culturale immateriale dell'umanità dell'Unesco è stata accolta con gioia dai napoletani. "Una grande vittoria per Napoli e per la pizza napoletana". I ritardi sono dovuti al vaglio, da parte della Commissione Unesco, delle altre andidature. Un'avventura narrata tappa dopo tappa con lo storytelling sul sito pizzanelmondo.org e approfondita con immagini e testimonianze nelle tre pubblicazioni #pizzaUnesco orgoglio italiano, #pizzaUnesco orgoglio italiano nel mondo, #pizzaUnesco Patrimonio dell'Umanità curate da Massimo Boddi (edite da Aracne). Ora quest'arte che rappresenta l'Italia perciò è al sicuro. Ci sono due milioni di firme, le associazioni dei pizzaioli e il Comune di Napoli in campo, insieme a Coldiretti in campo: "la nostra diplomazia e il nostro governo sono uno schieramento potente in grado di conseguire un risultato che mette insieme la capacità nell'uso delle mani e dell'intelligenza e la capacità di innovare sempre un prodotto che è nato a secoli fa ma ogni giorno diventa diverso e sempre migliore". L'arte dei pizzaioli napoletani è in buona compagnia: non è infatti la prima volta che l'Unesco ha scelto di valorizzare ingredienti o cibi tradizionali selezionati in tutto il pianeta nella sua lista di patrimoni da preservare, andandosi ad aggiungere alla dieta mediterranea, alla cucina messicana, a quella francese, alla birra belga, al Keskek turco, al Washoku giapponese e Kimchi della Corea del Sud.

Sapevi che le borse delle griffe mondiali sono prodotte a Napoli?

Come scegliere la pizza migliore?

Raccomandato: