Casa » Sport

Juventus, parla Higuain: "Difficile venir qui, ma ne sono fiero e felice"

07 Dicembre, 2017, 18:08 | Autore: Eufebio Giannola
  • Gonzalo Higuain

Gonzalo Higuain, attaccante argentino della Juventus, ha rilasciato un'intervista al mensile So Foot in edicola in Francia a partire dal prossimo lunedì.

"Dopo infatti ho fatto 36 gol".

Poi la chiamata della Juve: "Non è stata una decisione facile, ma ne sono fiero e felice visto che poi ho disputato una finale di Champions".

Successivamente Higuain ha anche parlato dell'emozione provata quando Buffon, dopo la grande prestazione di Udine gli fece i complimenti: "Dopo una vittoria a Udine in cui rimasi a secco, mi diede i brividi: disse che incarnavo lo spirito Juve e che avrebbe chiesto ad Allegri di mostrare la mia partita per una settimana alla squadra. Meglio essere preparati mentalmente, altrimenti puoi cadere da molto in alto". Con Icardi sarà una sfida dura, ma non siamo solo noi: si gioca in 22, più quelli che entrano dalla panchina. Cristiano? Ha detto una grande verità: "nel calcio i nemici ti rendono migliore, non perché ti mostrano che sbagli, ma perché le loro critiche sono destinate ai più forti". A Napoli Higuain aveva instaurato un rapporto molto stretto con il tecnico Sarri: "Disse che ero pigro perché voleva segnassi come Messi e Ronaldo".

E il gol, per l'argentino non è solo istinto: "Prima di ricevere palla so già cosa ne farò, ma si tratta di un paio di secondi che nel calcio sono fondamentali". Ci siamo sempre rispettati, lo ammiro e con queste parole mi riempie di felicità. "Contro il Napoli siamo riusciti a chiudere la partita senza subire gol, una missione che contro i partenopei, per giunta al San paolo, è praticamente impossibile", osserva l'ex azzurro, tornato anche sul rapporto con i tifosi napoletani. Ci sono passato anche io da quella situazione. "Se non lo ami vuol dire che di calcio non capisci nulla".

Raccomandato: