Casa » Sport

Napoli, Sarri tra sconfitte e ammissioni: "Dobbiamo ancora crescere"

07 Dicembre, 2017, 01:54 | Autore: Eufebio Giannola
  • Maurizio Sarri risponde a Luciano Spalletti: “Mi augura il 7°posto? Spero che arrivi 8°”

"Mentalmente dobbiamo ancora lavorare e crescere" le parole dell'allenatore azzurro. Se il movimento senza palla è inferiore, la circolazione del pallone perde qualcosa. "Sara' difficile perche' loro sono in crescita dall'andata, hanno trovato solidita' difensiva, poi si rischia di spendere energie sul City, ma li' non possiamo influire". Passata in vantaggio dopo appena un minuto di gioco grazie al gol di Zielinski, oggi in campo al posto di Insigne, la formazione campana si è poi afflosciata sotto i colpi delle notizie provenienti dall'Ucraina, con le reti siglate dallo Shakhtar nel primo tempo che chiudevano di fatto i giochi qualificazione. In questa competizione può succedere di tutto: avevano la qualificazione già in tasca ed erano a tre giorni dal derby di Manchester.

Le attenzioni del Napoli ora sono rivolte alla Serie A: "Ora dobbiamo pensare alle prossime sfide di campionato". Uno scenario a cui Mertens preferisce non pensare. "Sono sicuro che il City darà il massimo al cospetto dello Shakhtar con l'obiettivo di scrivere un clamoroso record di punti". Quanto a me, non sono stanco: a volte riposare un po' renderebbe le cose più facili ma mi sento carico per domani.

CASA FEYENOORD - Per la squadra di casa si va verso il consueto 4-3-3, marchio di fabbrica degli olandesi in questa stagione: in difesa quartetto composto da Diks (favorito su Nieuwkoop), Van Beek, Tapia e Nelom; a centrocampo senza El Ahmadi ci saranno Amrabat, Toornstra e Vilhena, mentre in attacco spazio al recuperato Jorgensen al centro, con ai suoi lati Berghius e Larsson, giocatori rapidi e tecnici che potrebbero far male gli azzurri soprattutto in contropiede. A livello di mentalita' era un allenamento stupendo, giocare nonostante la difficolta' dell'altro risultato che rendeva la nostra partita praticamente inutile.

Maurizio Sarri ai microfoni di Premium Sport: "Ora pensiamo al campionato". Tra le italiane, la delusione è il Napoli, eliminata e costretta a continuare il proprio percorso europeo in Europa League.

Raccomandato: