Pornostar trovata morta, "accusata di omofobia"

07 Dicembre, 2017, 20:36 | Autore: Bianca Mancini
  • August Ames, la famosa pornostar si suicida: accuse di omofobia e 'vendetta social', il retroscena sulla morte è

Il mondo del porno piange una delle sue stelle più giovani, August Ames, aveva solo 23 anni. Il suo corpo è stato ritrovato nella sua casa a Camarillo, nella contea di Ventura in California. Pseudonimo di Mercedes Grabowski, si sarebbe suicidata. La stampa americana ipotizza che l'attrice possa aver messo fine alla sua vita soprattutto dopo le recenti accuse online di omofobia. A commento del suo tweet "non metto in pericolo il mio corpo - avrebbe dichiarato in un successivo tweet -". A iniziare sono stati i colleghi, uomini e donne, che l'hanno accusata di omofobia: "È la donna più stupida che abbia mai incontrato nei miei 15 anni nel settore. Puoi chiedere un preservativo, dunque non c'è assolutamente alcun motivo per discriminare". Sulla stessa scia un altro messaggio, che ora suona macabro: "Chiedi scusa o ingoia cianuro".

August Ames, che in passato aveva dichiarato di soffrire di depressione, ha tentato di giustificarsi, ma invano: "Non sono omofoba. Ci sono tante ragazze che non girano scene simili per tutelare la loro salute". Da quel momento numerosi fan, colleghi e amici si sono riversati sui profili social di August per esprimere il loro cordoglio, dicendosi completamente sotto choc per la notizia. Ad annunciare la scomparsa il regista Kevin Moore, nonchè suo marito.

Raccomandato: