Scontri a Betlemme dopo l'annuncio Trump su Gerusalemme capitale

07 Dicembre, 2017, 19:26 | Autore: Santina Resta
  • Gerusalemme scoppia l'intifada dopo l'annuncio di Trump. Scontri violenti e oltre 100 feriti

Hamas invoca una nuova intifada mentre il governo rafforza la presenza militare nei territori.

La decisione degli Stati Uniti è stata accolta con rabbia dai palestinesi della West Bank e della Striscia di Gaza, che hanno dichiarato uno sciopero generale e sono scesi in strada per manifestare la loro rabbia. "Con l'anima e con il cuore - hanno scandito - ci sacrifichiamo per la nostra Gerusalemme".

Scontri sono stati segnalati a sud di Ramallah, dove i soldati israeliani hanno disperso i manifestanti con gas lacrimogeni e idranti; a Betlemme, dove i palestinesi hanno scagliato sassi contro le forze di sicurezza; e nella Striscia di Gaza, dove decine di palestinesi si sono radunati vicino alla barriera con Israele e hanno lanciato sassi contro i soldati. Ieri, mercoledì 6 dicembre 2017, il presidente degli Stati Uniti, Donald J.Trump, ha annunciato che l'ambasciata americana verrà trasferita da Tel Aviv a Gerusalemme, riconoscendo di fatto la città come capitale dello Stato israeliano, scatenando le proteste dei palestinesi e dei molti Paesi arabi. "È giunto il momento".

Come prevedibile cresce la tensione in Medio Oriente dopo la decisione di Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.

Raccomandato: