Casa » Sport

Sky: Sarri lancia Zielinski per Insigne

08 Dicembre, 2017, 00:56 | Autore: Eufebio Giannola
  • Niente Feyenoord per Insigne ipotesi pubalgia. In dubbio anche per Napoli-Fiorentina

La reazione ce l'avranno sicuramente, bisognera' non perdere fiducia nei propri mezzi che ci siamo costruiti con anni di risultati, per una gara in cui il risultato e' andato contro ma che ci ha mostrato che siamo cresciuti tanto.

Sarri e Guardiola: "Sono sicuro che ci ha provato, in certe situazioni è difficile innescare la carica giusta".

Maurizio Sarri in conferenza stampa al termine di Feyenoord-Napoli: "Il risultato in Ucraina ha inciso pesantemente, ma meritiamo l'Europa League".

Il passaggio agli ottavi di Champions League è diventato molto complesso per il Napoli, questa sera gli tocca battere il Feyenoord e sperare nella vittoria del City. Andare agli ottavi sarebbe fondamentale non solo per un aspetto calcistico, ma anche personale. I miei ragazzi sono quelli che hanno fatto più punti nella storia del club. È un modulo in cui, col punto di riferimento che ci poteva dare Milik, abbiamo avuto dei riscontri, con attaccanti che non sono per caratteristiche delle prime tutte è tutto più relativo. "Invece passando, la prossima la faremmo a brutto muso".

Sul ko con la Juve: "Parlare di crisi è assurdo". Questa squadra ha conquistato 206 punti in 91 partite, con la media di 2.27 a partita. Io mi alzo alla mattina per voler vincere le partite, non per contare i minuti dei calciatori. Un anno e mezzo fa era lo stesso quando manco' il gol per due partite. Con Guardiola mi scambio messaggi sul calcio in generale e lo offenderei se gli chiedessi di vincere. "C'e' qualche acciacco, qualche giornata storta, la normalita' in una stagione" ha chiarito il tecnico azzurro. "Un mese fa una gara come questa la conducevamo 3-0 dopo 30 minuti, ora dobbiamo pensare a risolvere i problemi che stanno venendo fuori, ma bisogna prenderne atto di averli e fare qualcosa per toglierli". E provava ad evidenziare un Napoli che, secondo Sarri, è quello di sempre, ma che deve ritrovare la brillantezza che ultimamente troppo spesso è mancata. Noi abbiamo perso Milik, dicono che mi lamento, ma non ho mai parlato dell'infortunio di un giocatore cosi' importante. Poi Ghoulam quando era il miglior terzino sinistro d'Europa. Ora manca Insigne e nessuno si lamenta. "Gestire bene una rosa non vuol dire far giocare 1500 minuti a tutti i 24 giocatori della rosa. Sara' difficile perche' loro sono in crescita dall'andata, hanno trovato solidita' difensiva, poi si rischia di spendere energie sul City, ma li' non possiamo influire".

Raccomandato: