Casa » Sport

Inter-Pordenone, Spalletti ammette: "Certe partite si incasinano!"

13 Dicembre, 2017, 06:32 | Autore: Eufebio Giannola
  • Inter-Pordenone, Spalletti: ''Farò turnover ma non snobbiamo l'avversario''

L' Inter supera come da pronostico l'ostacolo Pordenone e raggiunge i quarti di finale di Coppa Italia dove attende ora la vincente della sfida tra Milan e Verona .

Luciano Spalletti non è soddisfatto al termine della gara vinta dalla sua Inter contro il Pordenone: "I calciatori che hanno giocato di meno stasera si sono trovati un po' in difficoltà perché il Pordenone ha esibito la qualità in mezzo al campo". Spalletti non la pensa così: "Domanda corretta, ma la vedo diversamente". Noi non siamo riusciti a prendere in mano il pallino del gioco nel primo tempo, ci siamo sentiti sfidate e invece di giocare da squadra abbiamo fatto confusione. Le partite sono così, si incasinano dal punto psicologico, poi loro si caricano. Cancelo ha corsa, sa usare bene entrambi i piedi, Dalbert ha preso una botta al collo del piede e non sapevamo se toglierlo o meno. Le mie scelte non sono state il massimo, non ho agevolato i ragazzi. Devo controllare le certezze che mi devono dare: fare una brutta partita vorrebbe dire creare difficoltà al nostro futuro, che passa anche dalla prestazioni di qualche nuovo arrivato che sarà in campo domani. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, anche nei supplementari direi, loro però come avevano promesso hanno piazzato un bus davanti alla porta. In alcune situazioni ci è andata male, a volte neanche a loro che hanno colpito un palo: "finalmente i pali si fanno rivedere, stavo perdendo fiducia". "So quello che succede a livello pratico quando c'è questa differenza". "E' stato un passaggio del turno faticosissimo, ai rigori la palla diventa pesante per tutti, faccio i complimenti a questi calciatori perché se li meritano".

"I rigoristi? Eder aveva un problema muscolare, Cancelo ha preferito non batterlo, il fattore psicologico pesa in questi momenti".

Raccomandato: