Napoli, Jorginho: "Valdifiori? Dette cose che non esistono"

16 Dicembre, 2017, 15:04 | Autore: Fausta Monteleone
  • Jorginho

Jorginho, centrocampista azzurro, alla vigilia del match contro il Torino ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Tv Luna: "Io sto bene".

Obiettivo? Credo che più che mai dobbiamo essere tutti uniti, sia qui che all'esterno di Castel Volturno: abbiamo un percorso che facciamo da tre stagioni, credo che non possiamo abbatterci per due gare non vinte.

Sulla sfida contro il Torino: "Sarà una partita difficile, perchè il Toro è una squadra che sta bene". Dobbiamo andare oltre e lo stiamo facendo, siamo convinti di poter fare ancora meglio. Sono cose che non esistono. Io con lui avevo un rapporto buono, vivevamo nello stesso parco e quando dovevamo andare alla partita prendevamo la macchina insieme a Maggio e Gabbiadini. Se vai a vedere abbiamo pareggiato due volte di fila, ma personalmente la squadra con la Fiorentina è una squadra che è tornata a fare quello che non stava facendo nelle ultime due o tre gare prima dei viola. Noi è normale che vogliamo farlo. Starà a noi far bene e dimostrare di voler vincere. In mezzo al campo ci sara' la sfida con l'ex compagno di squadra Valdifiori e a proposito dei comuni trascorsi, Jorginho ci tiene a precisare che fra loro c'era "un falso dualismo, e' un bravissimo ragazzo".

Il brasiliano ha poi aggiunto: "Eravamo abituati bene, a gioire sempre ed è una delusione forte quando non riusciamo a prendere i tre punti". Ho conosciuto anche tanti che alla fine se ne sono tornati e non sono riusciti ad andare avanti.

"Competizione con Diawara? E' giusto e normale che ci sia, serve a farci allenare entrambi bene!" Ma io so da dove vengo, penso a tutto quello che ho fatto, quanto ho lavorato e quanto ho sofferto per arrivare fin qui. "Voglio continuare a crescere, questi elogi mi fanno venir voglia solo di migliorare" ha continuato l'italo-brasiliano. Ero al settore giovanile, dissi che questo mondo non faceva per me e volevo mollare. Nei momenti di difficoltà, la mia fortuna è stata la mia famiglia. Voglio che lui cresca diversamente dalla mia infanzia, non avevo tutto quello che lui potrà avere. Penso anche a quei 20 euro a settimana, quando si parla di restare con i piedi per terra. Lo so che qui sarebbe incredibile, io ci penso ogni sera anche se non mi credete!

Auguri di Natale? Gli auguro tante cose buone ai tifosi azzurri, un Natale in pace in famiglia e poi per il resto di sostenerci anche nelle difficoltà.

Raccomandato: