Presepe vivente in oratorio a Capriate

17 Dicembre, 2017, 01:12 | Autore: Doriano Lui
  • Seguendo la Cometa fino al Quartiere Castello dove torna il Presepe Vivente

Alle 18:30 ecco la drammatizzazione vera e propria del Presepe Vivente, lungo il percorso prestabilito in diverse arterie del paese di Galati: zona "Ruttigghiu", Via Dante, Via Alloro e Via Largo Alloro. La natività portata all'interno del parco di Castello Bufalini, con oltre cento figuranti e tanto lavoro alle spalle credo che sia davvero un qualcosa di molto bello e particolare.

Un presepe che nasce da una grande sinergia tra scuola-chiesa-famiglia, che escono dal proprio contesto e si propongono alla comunità con un messaggio chiaro, ossia che insieme si possono fare grandi cose che arricchiscono noi e gli altri. Fondamentale è anche il contributo della Parrocchia di San Giustino e alla conferenza stampa era presente anche il parroco Don Filippo Milli. "Ci siamo ritrovati una sera quasi per scherzo e dopo poco tempo eccoci qua ad allestire questo presepe; aspetto significativo". Percorrendo le antiche vie del quartiere, i visitatori potranno ammirare, quanto più fedelmente possibile, numerose scene di vita quotidiana che riprodurranno la piccola Betlemme e le ricostruzioni di ambientazioni e vecchi mestieri dell'epoca, come l'arte del fabbro, della terracotta, della pietra, del calzolaio, del fornaio, del macellaio, del falegname, del pastore, del canestraio, del fruttivendolo, del ricamo, della tessitura, della filatura e dei piccoli lavori, nonché la presenza di soldati e censori romani.

16 anni fa attorno al sagrato della Chiesa di Coriano nasceva il Presepe Vivente dei Bambini realizzato da 50 ragazzi dei Centri Educativi della cooperativa sociale Domus Coop di Forlì. Taglio del nastro simbolico previsto per le ore 16 del giorno di Santo Stefano.

Raccomandato: