Siena protagonista del nuovo programma di Alberto Angela

05 Gennaio, 2018, 10:45 | Autore: Bianca Mancini
  • Siena protagonista del nuovo programma di Alberto Angela

"Sono venuti fuori interventi emozionanti, stupendi", racconta il giornalista, che è anche uno dei sex simbol più amati d'Italia, per spiegare la grande produzione che si avvale della tecnologia 4K HDR con spettacolari riprese con droni ed effetti spieciali. Quattro gli appuntamenti del programma previsti, dodici le tappe di un itinerario fra arte e bellezze naturali. "Il merito di tanta bellezza è tutto nostro, dei nostri padri". In Italia invece abbiamo capolavori in tutte le epoche: "ogni periodo che ci ha preceduto ha lasciato delle meraviglie, è una genialità che fa parte del dna del nostro Paese e degli italiani: "i romani con Pompei, Siena nel medioevo, Firenze nel Rinascimento, la Roma barocca, il '700 a Venezia, nell'800 la Reggia di Caserta, se torniamo indietro i greci con la Valle dei Templi".

Secondo quanto rivelano le anticipazioni per la prima puntata ampio spazio sarà dato all'opera di un genio simbolo della creatività nazionale: il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Alberto Angela neillustra la storia e l'importanza, mentre Philippe Leroy, indimenticato interprete del Leonardo televisivo, ricorda l'emozione provata nel rivestire i panni del pittore. Da Piazza del Campo al Palazzo Pubblico, dal Duomo all'Archivio storico, sono molti gli splendori che il conduttore proporrà ai telespettatori.

Il viaggio delle Meraviglie si concluderà in Sicilia, nella fantastica "Valle dei templi" di Agrigento, da sempre meta dei viaggiatori del Grand Tour alla ricerca dell'arte e della cultura della Magna Grecia. Verrà ripercorsa la storia di una civiltà che ha origine nelle epoche antiche e che ha vissuto per 2.500 anni, influenzando in modo inequivocabile la nostra cultura. "Cose che solo Andrea Camilleri è capace di fare". Il più entusiasta è naturalmente lui Mario Orfeo, il Direttore Generale, e per il quale “Il nuovo programma di Angela, prodotto e diffuso in 4K è ancora una volta la conferma delleccellenza editoriale e tecnologica della Rai, che con il proprio impegno alla cultura e allinnovazione assolve alla missione di servizio pubblico rivolto alla valorizzazione del patrimonio culturale e allo sviluppo industriale e tecnologico del Paese.”Per Mario Orfeo quindi il 2018 inizia per lui con questa nuova scommessa editoriale e chea giudizio degli esperti porterà nelle casse di mamma Rai nuovi importanti ascolti e soprattutto nuovi importanti successi sui mercati stranieri della televisione. Inoltre il programma sarà trasmesso anche sul canale Rai 4K, disponibile sul canale 210 della piattaforma satellitare gratuita Tivùsat. Le puntate si possono rivedere anche su RaiPlay.

Raccomandato: