Casa » Sport

Ancelotti su Gattuso: "L'anima del Milan"

09 Gennaio, 2018, 20:20 | Autore: Eufebio Giannola
  • Il Milan è mediocre e costruito male. Gattuso prima o poi allenerà una big

Ho grandissima stima per Gattuso e ogni punto fatto dal Milan quest'anno spero gli consenta di acquisire quella credibilità che gli permetterà di trovare un club importante dopo questa sua esperienza, ma bisogna essere intellettualmente onesti e riconoscere che se Montella avesse vinto in questa maniera in casa contro il Crotone lo avrebbero criticato e condannato nonostante la vittoria. Non sarà facile (e lo sa bene), ma ci proverà. "Cutrone? È acerbo ma assomiglia a Pippo, ha le sue stesse movenze e il suo stesso veleno". Il neo tecnico rossonero compie 40 anni ed il Milan, sulla sua pagina web, gli dedica un augurio sincero. Per il compleanno il regalo lo vorrebbe da se stesso: "Vorrei essere meno focoso, meno incazzoso, più calmo: sembra che mi diverta ma faccio fatica. Mia moglie dice che sono un pazzo da rinchiudere" racconta in un'intervista all'Ansa.

Di conseguenza, alle due capoclasse della classifica e non solo, il vulcanico mister guarda pensando ai due allenatori: "Cosa invidio ad Allegri?".

"Mi piace tanto vedere come gioca il Napoli di Sarri, e come prepara la partita e vede il calcio". A 30 anni non avevo nessuna voglia di fare l'allenatore, poi mi è scattata a 33-34, quando ho avuto il problema agli occhi. Mi rivedo un po' in Conte anche se a me ovviamente manca ancora tanto per raggiungere certi livelli. Si parte dai ricordi di quando era calciatore: "Ho tanti ricordi di questi 40 anni, ma voglio ricordare le sconfitte". Ancelotti? "Non solo un allenatore, ma anche un amico e un papà". "Nei momenti di debolezza ci appoggiavamo a vicenda, tuttora abbiamo un rapporto incredibile".

Raccomandato: