L'influenza fa sei vittime in Puglia

10 Gennaio, 2018, 22:10 | Autore: Fausta Monteleone
  • Influenza “aggressiva”, due morti a Messina e provincia

Sono invece dieci le persone ricoverate in gravi condizioni. Casi numerosi come quelli dell'ultimo periodo, ricorda Germinario, in Puglia non erano stati mai registrati neppure in occasione della pandemia influenzale del 2009. "Tuttavia - aggiunge - questo non deve creare allarmismo perché vi sono alcune regioni italiane in cui i casi influenzali sono maggiori di quelli registrati in Puglia". E' il quadro dell'emergenza in atto tracciato dal presidente della Società italiana di medicina di emergenza urgenza (Simeu), Francesco Rocco Pugliese.

A fornire i dati è l'Osservatorio epidemiologico regionale, che costantemente monitora l'evolversi della situazione e dei contagi. "Un problema che contiamo di risolvere attraverso una maggiore sensibilizzazione nei confronti della vaccinazione antinfluenzale per questa categoria di soggetti e l'attuazione della riforma sanitaria, ormai partita, che garantirà un monitoraggio personalizzato dei pazienti cronici evitando il loro ricorso alle cure ospedaliere a causa dell'assenza dei medici di famiglia che normalmente si verifica nei periodi delle festività". "Da Natale - conclude - l'affluenza di pazienti affetti da influenza ha infatti fatto registrare un +30% rispetto agli anni precedenti". Se invece presentate uno solo di questi sintomi e altri disturbi più leggeri, avete probabilmente contratto una delle tante sindromi parainfluenzali: seppur non pericolose come l'influenza vera e propria, sono comunque debilitanti e fastidiose, oltre che altamente contagiose; per questo motivo, sarebbe bene prendersi qualche giorno di riposo e guarire del tutto prima di ricominciare con il lavoro e le attività quotidiane.

Il numero di casi stimati nella settimana dal 25 al 31 dicembre è pari a circa 673.000, per un totale, dall'inizio della stagione di sorveglianza, di circa 2.168.000 casi. Questa intensità ha riguardato tutte le regioni, tranne il Nord Est.

Il livello di incidenza in Italia è pari a 11,11 casi per mille assistiti, e ha già superato quello massimo raggiunto nella scorsa stagione.

Nell'ultima settimana sono stati colpiti dall'influenza 672mila italiani e il picco è atteso per i prossimi giorni, indicativamente a metà gennaio.

"Nella fascia di età 0-4 anni l'incidenza è pari a 29,17 casi per mille assistiti", prosegue il bollettino, "nella fascia di età 5-14 anni a 18,96 nella fascia 15-64 anni a 10,07 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 6,27 casi per mille assistiti".

Raccomandato: