Olbia, sospetta meningite. Paziente portato a Nuoro

11 Gennaio, 2018, 15:19 | Autore: Fausta Monteleone
  • Nuovo sospetto di meningite in Sardegna si tratta di un giovane di Tortolì di 20 anni. E il quarto caso

Occhi curiosi, sorriso sempre stampato sul viso e una vita ancora tutta da vivere. Qui i medici hanno capito subito che non si trattava di una banale influenza.

"Costernazione, rassegnazione, tristezza infinita", esprime il cordoglio per l'intera comunità il sindaco di Tortolì. Il giovane è stato male a inizio anno, aveva salutato il 2017 in una nota discoteca del cagliaritano insieme agli amici, ma alcuni giorni dopo ha iniziato a sentire i sintomi di quella che poi è rivelata la fatale malattia.

Luca Pisano, il ragazzo di 19 anni che era stato ricoverato domenica scorsa presso l'Ospedale Nostra Signora della Mercede di Lanusei, in provincia di Nuoro in Sardegna, purtroppo non ce l'ha fatta ed è morto in seguito ad una meningite meningococca di tipo B. Quello di Pisano è il quarto caso di meningite in Sardegna: pochi giorni fa era stata ricoverata anche una studentessa a Cagliari e un anziano, con la sua badante, a Nuoro. E hanno colpito soprattutto i più piccoli.

La Assl di Lanusei aveva già dato corso però a tutti gli interventi di profilassi obbligatoria in questi casi sulle persone venute a contatto col ragazzo. Il ragazzo, che era alloggiato in albergo dopo essere tornato da Milano per le festività natalizie, si è così recato al Pronto soccorso, dove è stata riscontrata la meningite. Per cercare di disinnescare la psicosi.

L'Assl di Olbia ha emesso un comunicato stampa. A questo proposito si precisa che tale prassi non è necessaria. "L'unica documentazione da presentare è quella relativa alle vaccinazioni prevista dalla normativa".

Raccomandato: