Berlusconi promette che se sarà al governo abolirà il Jobs Act

12 Gennaio, 2018, 16:27 | Autore: Santina Resta
  • Berlusconi promette che se sarà al governo abolirà il Jobs Act

DRAGHI - "Magari, magari, a chi non piacerebbe avere Mario Draghi alla guida dell'Economia, ma io non l'ho candidato e non voglio che su questa cosa vengano fatte delle strumentalizzazioni".

Agenpress - "Il presidente, intervenendo questa mattina alla trasmissione Radio Anch'io, si è limitato a constatare che il Jobs Act è sostanzialmente fallito, perché non ha indotto le imprese a creare occupazione stabile, ma quasi esclusivamente lavoro precario".

La scena numero due, che spiega tutto, è del giorno dopo, nel corso del vertice ad Arcore, dopo che Salvini ha da poco appreso la notizia. Se "motivi personali lo spingono a scegliere di non ricandidarsi in Lombardia, è impensabile si possano ipotizzare per lui ruoli politici e tantomeno impegni di governo". Ma sul punto, in maniera altrettanto netta, si era già espresso Matteo Salvini, dicendo: "Se lasci il tuo incarico in Regione Lombardia che vale molto di più di tanti ministeri evidentemente in politica non puoi più fare altro". Il centrodestra, dopo la rinuncia di Maroni, non ha ancora scelto il candidato-presidente alle regionali del 4 marzo (in concomitanza con le politiche). Secondo le intese preliminari, il Lazio sarebbe andato a Forza Italia dove in pole si presenta Maurizio Gasparri mentre l'autocandidatosi Sergio Pirozzi verrebbe fatto da parte e consolato con un seggio uninominale. Sull'altro fronte, il Carroccio chiedeva Massimiliano Fedriga frontrunner in Friuli, ma ora questa candidatura torna in discussione con gli azzurri che vogliono uno dei loro in cima alle liste. Chi guiderà la coalizione?

Il centrodestra trainato da FI è in crescita continua e per alcuni ha raggiunto la quota del 40%.

Le parole del leader di Forza Italia hanno subito scatenato reazioni. Ho fatto il nome di Draghi per indicare il profilo di un futuro, possibile, ministro del governo di centrodestra.

Incalzato dalle domande di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto, Berlusconi non si sbilancia sui nomi e aggiunge: "Chi prende più voti nella coalizione esprime il leader del governo. L'Istat dice che c'è un milione di persone in più che lavora", ha dichiarato Renzi.

Raccomandato: