Deruta - Il 6 gennaio ultima rappresentazione del "Presepe Vivente"

12 Gennaio, 2018, 15:47 | Autore: Santina Resta
  • AL PRESEPE VIVENTE DI RIVISONDOLI MIGLIAIA DI SPETTATORI E 300 FIGURANTI			 6 gennaio 2018- 22:00

In quelli di San Giuseppe, Giacomo Sciamanna, 20 anni, di Assisi, studente nella Facoltà di Teologia. "Il Presepe vivente - spiega don Domenico Cirillo - è per noi è un momento di 'chiesa in uscita'".

Infatti quest'ultimo ha partecipato alla presentazione ufficiale dei personaggi della Natività che si è tenuta nella chiesa di S.Nicola di Bari, nel giorno della Festa dell'Immacolata. E' forse questo il motivo del suo successo, che ogni anno attira Il visitatori anche da fuori provincia. Un gruppo di bambini cercherà di salvarlo da un tragico destino (quello che lo avrebbe portato a morire di fame o per mano di un macellaio che vuole trasformarlo in bistecche), ma quando la sua soppressione sarà immanente troverà un nuovo scopo nel riscaldare il Bambino nato nella sua stalla.

"La rappresentazione di quest'anno è dedicata, in spirito di solidarietà e fratellanza, alle popolazioni colpite dal terremoto in Umbria mentre, come sempre, il presepe è un segno di pace tra tutti gli uomini e le donne del nostro tempo", ha concluso il sindaco.

Sabato 6 Gennaio torna il piccolo Presepe vivente presso la sede del Movimento per la vita di Civitavecchia in Via san Francesco di Paola (rotonda via Benci e Gatti 1), dove verrà rappresentata una natività, a testimonianza dell'impegno per la vita nascente della associazione.

L'evento è giunto alla sua seconda edizione.

Domani mattina, alle 11, ci sarà la vestizione della Madonnina.

Raccomandato: