Fca investe 1 miliardo di dollari negli Usa, bonus a dipendenti

12 Gennaio, 2018, 22:49 | Autore: Santina Resta

Fca, sempre che le autorità locali e statali varino gli opportuni incentivi, rinnoverà lo stabilimento di Warren con l'obiettivo di produrre dal 2020 il nuovo Ram Heavy Duty, nella versione attuale assemblato nell'impianto messicano di Saltillo.

FCA da record: è questo quel che l'andamento odierno a Piazza Affari indica, accendendo nuovamente i riflettori sul titolo.

L'investimento porterà ad un aumento dei volumi produttivi e conseguentemente alla creazione di 2.500 posti di lavoro e consentirà a Fca di evitare i possibili effetti negativi della modifica del trattato Nafta.

In attesa delle novità che verranno svelate all'imminente ed attesissimo Salone di Detroit 2018, l'amministratore delegato di Fiat-Chrysler, Sergio Marchionne, ha annunciato investimenti in nord America per un valore di oltre un miliardo di dollari. Grazie a guadagni netti registrati già a settembre a 910 milioni di euro, aumento del 50% rispetto allo stesso periodo del 2016, e soprattutto a seguito della riforma fiscale voluta dal Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che prevede un abbassamento dell'aliquota massima per le aziende dal 35 al 21% secco, Fiat Chrysler può così elargire un sostanzioso bonus di 2.000 dollari a ben 60.000 dei suoi dipendenti a stelle e strisce. Tra l'altro Warren è stato già oggetto di un annuncio analogo un anno fa con nuovi investimenti per la produzione delle nuove Jeep Wagoneer e Grand Wagoneer.

"E' semplicemente corretto che i nostri dipendenti condividano i risparmi generati dalla riforma fiscale e che noi riconosciamo apertamente il miglioramento che ne deriva per il contesto del business Usa investendo di conseguenza nella nostra area di mercato".

Marchionne destina 10 miliardi di dollari negli Usa.

Raccomandato: