Perché Roberto Maroni non si candiderà in Lombardia?

12 Gennaio, 2018, 15:38 | Autore: Santina Resta
  • Perché Roberto Maroni non si candiderà in Lombardia?

L'annuncio, come specifica il governatore, ci sara' nel pomeriggio, anche se la voce piu' insistente da' come candidato di centrodestra l'ex sindaco leghista di Varese Attilio Fontana. "Salvini lo ha indicato, noi abbiamo chiesto di fare dei sondaggi che hanno dato esito positivo per il nome indicato dalla Lega". Il 4 marzo insomma se ne potrebbero davvero vedere delle belle. Non andrò in pensione - spiega - ma sono naturalmente a disposizione per il futuro. Se non è l'inizio della lunga marcia verso Roma poco ci manca: "So cosa vuol dire governare e assumere responsabilità di governo".

"Non c'entrano la salute e altre questioni - ha precisato Robero Maroni -". Una rinuncia dovuta a "valutazioni personali" per le quali il governatore chiede "rispetto". Con la politica ho una grande storia d'amore che va avanti da 25 anni.

E' risaputo che al netto delle versioni di facciata, tra Matteo Salvini e Roberto Maroni esista una netta contrapposizione (generazionale, contenutistica, linguistica), che la collocazione al Pirellone dell'ex ministro dell'Interno aveva in qualche modo placato. "Le decisioni che Salvini ha preso possono essere discusse e discutibili e io le accetto e condivido per principio". L'attuale governatore della Lombardia ha confermato la propria decisione nel corso della riunione di giunta che si è tenuta a Palazzo Lombardia, ribadendo che alla base della sua decisione ci sarebbero non meglio precisati "motivi personali".

Nella sua conferenza di addio alla candidatura in Lombardia, Roberto Maroni non trattenendo un eloquente sorriso si è dichiarato a disposizione per eventuali candidature o ruoli a livello nazionale. Forse non tanto per spaccare il partito alleato, ma per preparare il campo a un nome diverso se appena dopo il voto dovesse essere complicato formare un governo per mancanza di numeri. Questa storia d'amore comunque rimane, perché fa parte di me. Attilio Fontana è persona di buon senso: di lui, quando era sindaco di Varese, si ricordano numerosi interventi sui media, ma mai con toni accesi. "È una figura che condivido, che conosco e che aiuterò".

Raccomandato: