Un rimprovero all'alunno vale una costola rotta: prof picchiato dai genitori

12 Gennaio, 2018, 12:16 | Autore: Santina Resta
  • Siracusa, prof rimprovera alunno: i genitori gli rompono una costola

La coppia, 47 ani lui, 33 lei, avrebbe aggredito l'insegnante di educazione fisisca, reo di aver rimproverato il figlio, con calci e pugni.

L'aggressione all'istituto comprensivo Vittorini di Avola. Solo l'intervento di altri docenti, che se la sono cavata con qualche graffio e occhiali rotti, ha evitato che il loro collega, 60 anni, avesse peggiori conseguenze, ed è ricoverato con una prognosi di dieci giorni. Il professore era nel cortile della scuola perché si accingeva ad accompagnare una classe di terza media in un vicino istituto superiore per l'orientamento informativo. Il giovane, non gradendo il fatto di essere stato redarguito, avrebbe avvertito, via cellulare, i genitori che, da lì a poco, si sarebbero presentati al cospetto del docente e, colpendolo con calci e pugni, gli avrebbero provocato la frattura scomposta di una costola. Tutto è avvenuto in rapida sequenza. Volevano dare una bella lezione all'insegnante di educazione fisica che aveva 'osato' rimproverare il figlio, l'amato pargolo, il reuccio della famiglia. La coppia è stata denunciata. Padre e madre dell'alunno sono stati identificati e verranno deferiti alla competente Autorità Giudiziaria per interruzione di pubblico servizio e lesioni personali. Il docente sarà ascoltato domani dai carabinieri, che hanno raccolto anche le altre testimonianze rese dagli insegnanti che hanno assistito al violento pestaggio avvenuto alla presenza di altri alunni.

Raccomandato: