Unioncamere Calabria. Bando Voucher Digitalizzazione PMI

13 Gennaio, 2018, 02:24 | Autore: Santina Resta
  • Unioncamere Calabria. Bando Voucher Digitalizzazione PMI

Si tratta di una misura messa a punto dal Ministero dello Sviluppo economico per aumentare la competitività delle imprese puntando sulla loro digitalizzazione.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione Generale per le Attività Territoriali Divisione VIII Ispettorato Territoriale Calabria in collaborazione con Unioncamere Calabria, Desk Enterprise Europe Network e Unindustria Calabria promuovono l'incontro tecnico di presentazione del Bando Voucher per la digitalizzazione delle PMI del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) che si terrà il prossimo giovedì 18 gennaio a partire dalle ore 10.00 presso la Sala Conferenze di Unioncamere Calabria a Lamezia Terme.

Al via i "Voucher digitalizzazione" per le piccole e medie imprese, ovvero l'iniziativa di finanziamento degli investimenti di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico che metterà a disposizione delle aziende fino a 100 milioni di euro (di cui € 8.532.862,46 per la Regione Veneto). Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10.000 euro nella misura massima del 50% delle spese ammissibili.

"Entro 30 giorni dalla conclusione della procedura telematica (quindi dal 09/02/2018), il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l'indicazione delle imprese e dell'importo dell'agevolazione prenotata - prosegue il consulente -". Ai fini del riparto saranno considerate tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni che avranno presentato la domanda nel periodo di apertura dello sportello, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione. "Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determinerà, con proprio provvedimento, l'importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili", conclude Madaro. L'importo complessivo finanziabile non potrà comunque essere superiore a 10 mila euro.

La procedura per effettuare la richiesta è soltanto on line tramite il sito web del ministero e già dal 15 gennaio è possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda.

Raccomandato: