Donald Trump shock: "No a migranti da Paesi 'cesso'"

14 Gennaio, 2018, 07:23 | Autore: Santina Resta
  • Donald Trump shock:

A raccontare per primo quanto accaduto durante il meeting svoltosi attorno alla scrivania presidenziale e' stato il Washington Post, che ha raccolto le testimonianze di alcuni dei presenti mettendo in gravissimo imbarazzo la Casa Bianca, la cui reazione e' stata in ordine sparso.

Non si placa l'ondata di indignazione nel mondo dopo i commenti choc di Donald Trump sui Paesi da cui parte gran parte degli immigrati che fa il suo ingresso negli Stati Uniti.

"Ho usato parole dure, ma non quel linguaggio", è la smentita di Trump, ma un senatore democratico conferma tutto. Se confermati, sono "vergognosi e scioccanti", ha affermato il portavoce dell'ufficio Onu per i diritti umani Rupert Colville, sottolineando che tali commenti potrebbero mettere in pericolo vite umane fomentando la xenofobia. "Questa non è solo una storia di linguaggio volgare - ha affermato - si tratta di aprire la porta al lato peggiore dell'umanità".

Donald Trump è "razzista, bigotto, ignorante, incompetente, indecoroso, ed è anche bugiardo". Lo scorso giugno avrebbe infatti detto che i 15.000 haitiani arrivati negli Stati Uniti nel 2017 "hanno tutti l'Aids".

Occasione di una nuova espressione di quella oramai è vecchia retorica trumpiana è stato un incontro tenutosi allo Studio Ovale della Casa Bianca, nel quale alcuni membri del Congresso hanno affrontato con il tycoon la questione dell'immigrazione nel Paese, così come il tema dei "Dreamers".

Ma Trump stupisce anche su un altro fronte: la Corea del Nord. Il presidente non entra nel dettaglio e non chiarisce se ci siano stati contatti diretti. Alla domanda su possibili colloqui fra Trump e Kim, ha risposto: "Non commento". Non voglio dire se l'ho fatto o meno. Mica un grande affare. "Volevano che io tagliassi il nastro-NO!". Da una parte, a Ginevra, non hanno avuto dubbi: è stato razzismo. "Forse a lui non piacevano quelle prospettive".

Raccomandato: