Bongiorno in campo con la Lega: colpita da nitidezza idee Salvini

18 Gennaio, 2018, 16:25 | Autore: Santina Resta
  • Maria Laura Antonelli  AGF                       Giulia Bongiorno

"Giulia Bongiorno si candida come capolista della Lega in diversi territori del Paese" alle prossime elezioni politiche. L'annuncio a sorpresa lo dà Matteo Salvini presentandosi in una conferenza stampa a Montecitorio con l'avvocato penalista, protagonista delle campagne contro la violenza sulle donne. Soddisfazione per la candidatura è stata espressa da entrambi: "È il segno di una Lega che cresce, coinvolge, punta su professionalità della realtà civile soprattutto nel campo della difesa della sicurezza, dei diritti delle donne, della riforma della Giustizia", ha spiegato il leader del Carroccio.

La Bongiorno, già eletta alla Camera nel 2006 con Alleanza Nazionale, aderendo poi al progetto solista di Gianfranco Fini dopo la scissione, si è subito mostrata agguerrita: "Si chiamava Lega Nord, sembrava un partito di maschilisti. Ha un suo mestiere, una sua vita e per questo le sono doppiamente grato". "Voglio un'Italia con meno contumaci, perché ci si deve mettere la faccia, e con più regole che ci garantiscono la libertà", sostiene Bongiorno. Ad altri che sono stati complici del malgoverno della sinistra ho detto e ripeterò il mio no. A Bongiorno, per quello che ha fatto, direi e dirò cinque volte sì. "Io sono di Palermo, Salvini era la persona più lontana da me, poi si chiamavano Lega Nord, pensavano solo al Nord".

"Non sono una che ha ansia di libertà e uguaglianze, ne abbiamo troppe". Con le regole evitiamo anche di importare l'immigrazione. Questo è un Paese in cui ci si è dimenticati cosa sono le sanzioni.

Raccomandato: