Berlusconi scatenato: "Grillo ha ragione sui giornalisti". E poi promette: "Basta pellicce"

21 Января, 2018, 15:20 | Autore: Santina Resta
  • Forza Italia presenta simbolo e coalizione a 4

"Per quanto riguarda i circhi, dove gli animali vivono inscatolati, bisognerà intervenire", ha affermato il presidente di Forza Italia. È un Silvio Berlusconi risoluto quello che ha illustrato il programma di Forza Italia per la tutela degli animali, recepito direttamente dal Movimento di Michela Vittoria Brambilla, nel corso della riunione dei dirigenti animalisti che si é tenuta nel Museo della Scienza e della Tecnica di Milano. Il leader di Forza Italia ha raccontato un aneddoto sugli animali di casa sua: "Ho tra i 10 e i 12 animali, quando torno è sempre una grande festa, mi saltano addosso".

Stop agli allevamenti di animali per farne pellicce, via gli animali dal redditometro e creazione della figura del garante dei diritti per gli animali. La sinistra ha dato vita a due governi tra i più antianimalisti della storia repubblicana, ai quali dobbiamo, tra le altre cose, l'abolizione del Corpo forestale dello Stato, l'eliminazione della Polizia provinciale e regali elettorali ai cacciatori.

"Dai Cinquestelle gli animalisti non possono attendersi nulla - ha aggiunto - Innanzitutto perché il loro sbandierato animalismo svanisce a contatto con le poltrone". Con queste parole il Candidato Premier del Movimento 5 Stelle ha replicato, in diretta dal centro logistico NeroGiardini in Contrada Girola a Fermo, alla dichiarazioni di Silvio Berlusconi. "Con una sentenza assurda e criminale mi hanno reso incandidabile", ha detto il leader di Fi. Fosse stato per la sindaca Appendino, il progetto sarebbe ancora lì. "Nella capitale l'unico animale che può legittimamente ringraziare la giunta Raggi è il famoso maiale della Romanina, libero di nutrirsi tra i cumuli di rifiuti".

Raccomandato: