Casa » Sport

Gasperini sulla lotta Scudetto: "Il Napoli ci crede, ha uno spirito diverso"

22 Gennaio, 2018, 02:04 | Autore: Eufebio Giannola
  • Gasperini sulla lotta Scudetto:

Vittoria importantissima per il Napoli, che dopo la sosta supera un'Atalanta arcigna e sempre pericolosa. Dalla curva sono partiti come risposta dei cori razzisti e una bottiglietta ha colpito Koulibaly, che s'è lamentato parecchio con il direttore di gara. In attacco Ilicic a supporto di Gomez e Petagna. Quella tattica è che Gasperini ha capito un cosa che in molti non riescono ad attuare: contro il Napoli o attacchi spesso o ti difendi non troppo bassi, cercando di tenere il possesso anche in situazioni di campo abbastanza basso.

L'Atalanta fatica ad imporre lo stesso ritmo della prima frazione e la capolista guadagna campo. Nella ripresa, invece, il Napoli aumenta i giri e al 54' va vicino al gol con lo schema prediletto: cross di Insigne sul palo più lontano e incornata da due passi di Callejon respinta da Berisha, poi Mertens viene anticipato da Masiello al momento del tap-in.

Grande spavento, per il Napoli, che si salva grazie al proprio portiere spagnolo. Il primo tempo vola via senza occasioni sostanziali: Reina e Berisha inoperosi stanno a guardare il grande lavorio a centrocampo dei rispettivi compagni, con l'Atalanta brava a tagliare fuori dal gioco sia il regista Jorginho che Insigne, l'unico dei tre piccoletti in grado apparentemente di poter fare breccia nella munita difesa atalantina. Gasperini risponde con Haas al posto di Ilicic, e poco dopo inserisce Orsolini al posto di Toloi sbilanciando la squadra alla ricerca del pari.

Vergogna solita nei cori razzisti dei bergamaschi antimeridionali convinti e feroci ma certamente Arbitri e Lega non avranno sentito
Vergogna solita nei cori razzisti dei bergamaschi antimeridionali convinti e feroci ma certamente Arbitri e Lega non avranno sentito

Il Napoli ha bisogno di vincere per confermare una mentalità vincente? Napoli di rimessa, ripartenza dopo una percussione di Gomez, e Mertens la manda fuori dopo una giocata pazzesca con una conclusione che intendeva sorprendere Berisha: sarebbe stato il gol dell'anno, palla fuori di un nulla. Solita azione "alla Sarri" e Napoli meritatamente sull'1-0.

L'impegno è delicato soprattutto per il Napoli, che si trova a difendere il primo posto in classifica (51 punti, a una sola lunghezza di vantaggio dalla Juventus) sul campo di una squadra piena di grinta e determinazione, un'Atalanta che tra le proprie mura è quasi inespugnabile e punta alla qualificazione all'Europa League. Il Napoli comunque vince: l'importante, sotto al Vesuvio, è quello. La Juve lo sa. "Episodio che poteva capitare da una parte o dall'altra". Ciò nonostante i campani sono imbattuti da 23 gare esterne di fila in A. Chissà che non possa pesare l'assenza per squalifica di Gasperini dopo le proteste all'Olimpico.

Raccomandato: