Casa » Sport

Chelsea, rivolta nello spogliatoio: tutti contro Conte

09 Febbraio, 2018, 04:10 | Autore: Eufebio Giannola
  • Chelsea, rivolta nello spogliatoio: tutti contro Conte

"Conte è un morto che cammina". Una storia fugace, e che, in realtà, non ha mai conosciuto un idillio perfetto. Billy Costacurta, però, ha frenato subito e specificato: "Antonio Conte vuole fare l'allenatore a tempo pieno per i prossimi 18 mesi". Un trionfo che ha dato continuità a quello, clamoroso, di Claudio Ranieri e del suo Leicester, soltanto un anno prima. Il giovane attaccante rossonero è apparso spesso fuori dal gioco, spaesato e poco incisivo nelle poche e rare occasioni che gli sono capitate: una su tutte quella del possibile 2-0 con un colpo di testa in piena area di rigore, un'occasione che un attaccante non può permettersi di sbagliare ma che invece Silva ha sprecato malamente e goffamente. Anche il portiere Thibaut Courtois si è schierato con il suo allenatore: "Crediamo in Antonio Conte e crediamo nel nostro team". Questa distanza sarebbe da ricercare proprio negli allenamenti troppo duri del tecnico che ha portato a delle rotture all'interno dello spogliatoio. In questa storia conta solo il portafoglio, non certo i sentimenti.

In ogni modo, la sensazione è che il Chelsea abbia preferito non optare per il ribaltone in un momento delicatissimo della stagione: i blues sono attesi dagli ottavi di Champions contro il Barcellona e da due trasferte a Manchester in Premier League.

Saranno giorni decisivi per il futuro di Conte sulla panchina dei blues.

Raccomandato: