Casa » Sport

Lippi su Spalletti: "Non c'è niente di nuovo nelle sue parole"

09 Febbraio, 2018, 12:32 | Autore: Eufebio Giannola
  • Lippi su Spalletti:

"Sarebbe un brutto colpo". Gli automatismi del Napoli non sarebbero praticabili cambiando formazione ogni settimana: quello di Sarri è un calcio bello, positivo, offensivo. In cui ha parlato di vari temi, tra i quali la sfida scudetto tra Juventus e Napoli.

Sarri si lamenta troppo, Allegri giustifica il brutto gioco... Allegri ha due squadre, cambiando inventa sempre qualcosa. C'è chi, come Mancini, ha confessato apertamente di volere la Nazionale, cosa importantissima.

"Ma sono schermaglie sempre successe, botta e risposta che coinvolgono tutti, dai presidenti ai ds: si fa tutto per dare fastidio ai rivali".

Juve, Napoli e poi le altre.

La leggenda Marcello Lippi, commissario tecnico che ha riportato l'Italia sul tetto del mondo nella famosa estate del 2006, ha parlato questa mattina ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, affrontando svariati argomenti.

Sul momento dell'Inter che dopo una partenza sprint ora sembra essersi smarrita: "Spalletti aveva creato buoni presupposti ma bisogna essere sinceri, parte Icardi non ci sono giocatori straordinari ma solo buoni giocatori".

"Che bravi. Di Francesco lo seguo dai tempi del Sassuolo, lo faceva giocare come una grande d'Europa, 4-3-3, aggressività, pressing, tagli di attaccanti con e senza palla: non ha retto il doppio impegno, ma era spettacolare". Alla Roma sta mostrando la stessa mentalità. Inzaghi è una sorpresa per come gestisce squadra.

Raccomandato: