Pescara in festa per Carnevale e San Valentino 2018

09 Febbraio, 2018, 17:25 | Autore: Santina Resta
  • Pescara in festa per Carnevale e San Valentino 2018

Se è vero che i fiori rappresentano il simbolo per eccellenza della festa dedicata a San Valentino, è comunque preferibile sceglierli consapevolmente e nel pieno rispetto dell'ambiente: anziché i fiori recisi, un'alternativa originale potrebbe basarsi sulla creazione di una composizione di origami di carta riciclata. Le donne ad esempio gradiscono particolarmente le collane, non solo per il possibile valore, ma anche per il significato che si può associare ad un gioiello. Secondo un'altra versione Valentino aveva donato una rosa ad una coppia che stava litigando e aveva cominciato a pregare per loro. La coppia si era poi rivolta a lui per far celebrare l'unione matrimoniale e in poco tempo il vescovo acquisì la nomea di protettore delle coppie. Tuttavia la ragazza si ammalò ben presto di tisi e così il vescovo unì in matrimonio i due giovani prima che espirassero l'ultimo respiro e morissero insieme. Affronta invece il tema dell'amore a distanza il tenerissimo spot della Barilla (2010), che racconta il momento della preparazione della cena di due innamorati che si scambiano messaggi mentre cucinano in due città diverse. Ma quanto si è spinta oltre questa festività? In programma, visite turistiche e degustazioni gastronomiche nei paesi coinvolti nella manifestazione ( Ferentillo, Arrone e Montefranco) e tour delle chiese e trenino di San Valentino in giro per la città di Terni.

Diciamoci la verità, nel corso dei secoli la festa degli innamorati ha subito un notevole cambiamento fino ad arrivare ad oggi nel 2018, dove volano peluches fiori e cioccolatini per dirsi ti amo.

Ma l'amore andrebbe celebrato ogni giorno, di certo non bisogna aspettare il 14 febbraio per dedicarsi quelle parole affettuose che dovrebbero rimembrare ogni giorno nella testa e nel cuore degli innamorati. Sicuramente tante, ma non c'è paragone se pensiamo a quanto ci ha commosso lo spot del supermercato tedesco Edeka, che racconta la storia di un nonno che, pur di riuscire a riunire la sua famiglia a Natale, inscena la sua morte, riuscendo così finalmente a riabbracciare i nipoti. Si può quindi definire San Valentino la festa del consumo e non la festa degli innamorati.

Raccomandato: