Operazione contro la pornografia minorile: 6 indagati, perquisizioni anche in Abruzzo

10 Febbraio, 2018, 11:13 | Autore: Santina Resta
  • Operazione contro la pornografia minorile: 6 indagati, perquisizioni anche in Abruzzo

Presenze del vasto archivio informatico sono state rinvenute anche sul Deep Web.

La Procura Distrettuale di Catania ha coordinato un'operazione di contrasto della pornografia minorile online, condotta dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni etnea, e conclusasi con l'esecuzione di perquisizioni in varie città d'Italia e il sequestro di numeroso materiale informatico. L'indagine è stata avviata dalla Polizia Postale di Catania a seguito di una segnalazione dell'associazione Meter che indicava la presenza sulla Rete di un forum che rinviava a uno spazio virtuale contenete un archivio di migliaia di video/foto di pornografia minorile denominato "La Bibbia 3.0".

Sei le persone indagate per divulgazione di immagini e video pedopornografici. Il materiale è catalogato minuziosamente, ogni cartella un titolo per agevolare la consultazione: "le Instacagne", "Non sapevo che fossi minorenne". Le investigazioni hanno consentito di appurare che "La Bibbia" è un maxi archivio telematico contenente migliaia di file di fotografie e video ritraenti donne, prevalentemente adolescenti, che si mostrano nude e in pose provocanti. A conclusione delle investigazioni, è stato possibile ricostruire l'apporto dato all'archivio infonnatico da tutti i partecipanti alla chat, identificando coloro che inviano: le fotografie dell'ex fidanzata, della sorella minore di 12 anni, le fotografie estrapolate dai supp0rti tecnici (telefoni e computer) da riparare in quanto tecnico di un centro assistenza, le immagini sottratte dai profili pubblici di ragazze minorenni contribuendo, così, all'implementazione delle cartelle dell'archrv10 pedopornografico.

Al termine della complessa attività investigativa che ha impegnato 200 ufficiali di Polizia Giudiziaria della Polizia Postale sono state denunciate 33 persone per i reati di detenzione di materiale pedopornografico, 2 persone sono state arrestate in flagranza, per il reato di detenzione di ingente quantità di materiale pedopornografico. L'obiettivo degli indagati consisteva nel rendere possibile attraverso l'identificazione ogni forma di molestia, di gogna mediatica.

Raccomandato: