Beffa a tempo scaduto, sfuma la vittoria dell'Avellino che pareggia col Cesena

11 Febbraio, 2018, 16:59 | Autore: Fausta Monteleone
  • Avellino-Cesena (1-1) Due arresti prima della gara

E' stato un periodo particolare più per aspetti esterni che interni.

Undici metri di rinascita. Rigore indiscutibile trasformato da Federico Moretti (altro nuovo entrato) con un tiro carico di rabbia per andare poi a gioire sotto la curva, costringendo il pubblico di quel settore ad esultare e porre fine al religioso silenzio con cui avevano assistito alla partita, in ossequio a una decisione magari discutibile ma contemplata dalla mentalità ultras. "Questo mese fuori mi ha fatto riflettere tanto, non ho mai pensato che il mio ciclo ad Avellino fosse finito quindi mi sono sempre allenatore con grande entusiasmo". L'Avellino vede così svanire a tempo scaduto una vittoria che ormai aveva in pugno. Nella ripresa per due volte di testa ci prova un difensore, Migliorini, ma il portiere cesenate salva. Inizia così l'analisi di mister Fabrizio Castori nel post gara contro l'Avellino.

Il cambio di modulo ha sorpreso tutti gli addetti ai lavori: "Quando hai tanti infortunati, tante assenze, devi adattarti e rispolverare anche un vecchio modulo come il 3-5-2". Nell'ultimo quarto d'ora il tecnico irpino inserisce anche Falasco al posto di Rizzato.

Ardemagni l'ho visto bene in settimana, stamattina se la sentiva e ha fatto una buona partita.

Raccomandato: