I Vincitori del Festival targato Baglioni

11 Febbraio, 2018, 03:42 | Autore: Bianca Mancini
  • L’ultima serata del Festival della canzone italiana

Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno vinto il Festival di Sanremo 2018. Secondo posto per Lo stato social e terzo posto per Annalisa.

Il Festival di Sanremo chiude dunque i battenti dopo cinque giorni di successi di ascolto, ma va sottolineato come le altre emittenti televisive abbiano rinunciato alla rincorsa lasciando così a Rai 1 la raccolta del maggior numero di spettatori. La ballerina 83enne dello Stato Sociale sfoggia stasera un miniabito color carne. Lo scrive su Facebook Gianni Morandi, l'altro 'capitano coraggioso´, che con Baglioni ha duettato anche nella prima serata di Sanremo 2018.

"I due autori, infatti, hanno vissuto momenti intensi e non semplici dopo che AltroSpettacolo aveva scritto che un pezzo del loro brano era identico a quello di "Silenzio", canzone presentata per le selezioni di Sanremo 2016 nella categoria Giovani, cantata da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali e scritta da Febo che è anche tra gli autori del pezzo vincitore del festival: Abbiamo rispettato le regole" avevano detto subito i due cantanti, spiegando come Febo fosse, appunto, accreditato e che si rispettava il regolamento. Pubblico e sala stampa rumoreggiano durante la classifica dalla 20esima alla quarta posizione: ultimi Elio e le Storie Tese, poi Mario Biondi, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Nina Zilli, Decibel, Red Canzian, Noemi, Renzo Rubino, Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Le Vibrazioni, Giovanni Caccamo, The Kolors, Diodato e Roy Paci, Luca Barbarossa, Max Gazzé, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Ron.

Il Premio della Critica intitolato a Mia Martini se lo è aggiudicato Ron con "Almeno pensami", mentre il premio della sala stampa Lucio Dalla a Lo Stato sociale.

Con la direzione artistica di Claudio Baglioni, il Festival di Sanremo 2018 è stato condotto dallo stesso "dittatore" con i co-conduttori Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.

Diversi sono stati gli ospiti saliti sul palco dell'Ariston.

Gli sketch comici e gli interventi extra musicali, eccezion fatta per il solito contagioso Fiorello, sono stati sorprendenti come il Carosello negli anni Duemila e hanno emozionato come uno 0-0 tra Crotone e Benevento. Il tema è la difficile convivenza con la diversità, la povertà, il disagio, la malattia, le condizioni che possono cambiare e 'la strada della speranza che prima o poi ci troverà'. Laura Pausini divertente con una bella versione di Avrai, dedicata al figlio di Baglioni in platea e una popolare incursione in mezzo al pubblico. Non proprio una scoperta visto che l'ormai quarantaseienne Fabrizio Moro, romano di nascita e d'adozione, non ha mai nascosto le sue origini calabresi per conto di papà e mamma.

Raccomandato: