Casa » Sport

Lazio, Parolo: "Facciamo mea culpa, 45' non bastano. Serve equilibrio"

11 Febbraio, 2018, 15:57 | Autore: Eufebio Giannola
  • Lazio, Parolo:

Ora pensiamo a giovedì: siamo una delle poche squadre che ha giocato ogni 3 giorni. Dobbiamo migliorare nel saper gestire i momenti della partita. Su questo dobbiamo fortemente riflettere. Questa squadra può fare bene. "Il sogno Champions è vivo, siamo lì". Siamo abituati a passare da fenomeni a scarsi in poco tempo. Dobbiamo avere voglia di crescere, reagire e ripartire. La Champions si decide a maggio e fino a lì dovremmo essere in ballo. Bisogna mettersi alle spalle questa partita, solo noi possiamo uscire da questo momento.

Il Napoli ha giocato il suo calcio, come al solito. Episodi determinanti? No, la partita è stata determinata da noi e da come l' abbiamo interpretato nei due tempi, ci è costato questo: analizzeremo i perché, ma lo faremo nello spogliatoio. Dobbiamo far meglio. Nel primo tempo siamo stati stretti e compatti: nel secondo ci siamo allungati e loro hanno trovato spazi. Nella ripresa poi abbiamo perso le distanze e siamo arrivati sempre tardi sulla palla. Complimenti al Napoli per la reazione ma anche noi ci abbiamo messo del nostro.

Marco Parolo ha parlato anche a Sky: "C'è il rammarico di non aver fatto quello che abbiamo fatto al primo tempo". Dobbiamo analizzare i perché. L'esclusione di Felipe Anderson? Siamo caduti in balia della partita, dobbiamo ripartire sapendo quali sono stati i nostri errori. Ogni giocatore è importante, Felipe lo sarà anche in futuro. "Dobbiamo ricompattarci. Dobbiamo trovare un nostro equilibrio e tornare ad essere una squadra competitiva e forte".

Raccomandato: