Renzi: "Se non vince il Pd, problema per l'Italia"

11 Febbraio, 2018, 23:11 | Autore: Santina Resta

Ha proposto una indennità speciale al suo rivale nel collegio uninominale di Firenze, Alberto Bagnai, perché "viene definito l'economista di Matteo Salvini e io penso proprio che sia un compito arduo insegnare a Salvini l'economia". È il messaggio che arriva da Matteo Renzi che ha deciso di fare la sua campagna elettorale non solo attraverso comizi e incontri, ma a casa per casa, anche stando in mezzo alla città. "Ma il reddito di cittadinanza significa 'non lavorate, paghiamo noi', e questa è una follia".

Renzi ha poi pranzato alla casa del popolo di Lastra a Signa, accanto all'ex storico presidente dell'Anpi fiorentina Silvano Sarti. "Qualcuno ha dei dubbi, qualcuno è scettico, qualcuno ti dà una mano, però lo facciamo con un sorriso, una bicicletta e la voglia di ragionare". Con Renzi c'erano la moglie Agnese, e tra gli altri il sindaco Dario Nardella e l'onorevole Simona Bonafè. "Il rifiuto di ogni dittatura come del nazifascimo deve essere sempre forte e chiaro, è una battaglia - ha concluso Renzi - che non deve finire mai". Non ci vergognamo di quello che siamo.

"I Cinque Stelle non vinceranno mai e soprattutto non saranno mai credibili". Renzi ha proseguito: "Se pensiamo ai tanti fenomeni di mancanza di integrazione che l'Europa ha conosciuto in questi anni vediamo che tanti di questi fenomeni nascono esattamente dalla mancanza di integrazione nelle periferie".

Raccomandato: