Bimba salvata da antibiotico a Bari

21 Febbraio, 2018, 23:43 | Autore: Fausta Monteleone
  • Bimba salvata da antibiotico a Bari

Per la prima volta al mondo, un antibiotico è riuscito a salvare la vita a una neonata.

Da qui l'intuizione del direttore dell'unità Nicola Laforgia, che ha chiesto ai genitori della neonata il consenso informato necessario a sperimentare la terapia. "Si tratta di una malformazione del sistema linfatico che - ha spiegato il medico - determina una dilatazione dei vasi e, come nel caso trattato, ci possono essere interferenze con altri organi vitali". Una intuizione che ha consentito al Policlinico di Bari di stabilire un risultato unico al mondo.

Alla piccola paziente la patologia era stata diagnosticata poco prima della nascita, con un'ecografia alla 36esima settimana di gravidanza. La situazione si è complicata subito dopo il parto poiché erano state compromesse le vie respiratorie: L'inefficacia di un medicinale che solitamente veniva utilizzato per casi di questo tipo ha fatto disperare i genitori della pizzola ma al tempo stesso ha spinto i medici di Bari a trovare un'alternativa.

"L'iniziale terapia medica con propanololo non ha dato una risposta clinica positiva - ha spiegato Laforgia - pertanto si è passati alla somministrazione di un farmaco antibiotico immunosoppressore, grazie al quale si è osservata una riduzione significativa non solo della massa laterocervicale, ma anche delle altre lesioni'".

Un presagio fenomenale e provvidenziale quello del dottor Laforgia.

L'idea è stata vincente: la bambina infatti sta meglio ed è fuori pericolo e il caso ha portato il Policlinico barese direttamente sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale "Neonatology". L'Italia fa parlare, in bene, di sé.

Raccomandato: