Morbillo, Lorenzin: "A gennaio 164 casi"

24 Febbraio, 2018, 01:47 | Autore: Fausta Monteleone
  • Morbillo, Lorenzin:

Il morbillo continua a essere un'emergenza per il nostro Paese. È una questione serissima che il ministero della Salute giustamente pone all'attenzione di tutti: l'occasione è fornita dalla campagna elettorale del ministro Lorenzin (Civica Popolare, coalizione Centrosinistra) questo va ammesso, ma il contenuto dell'allarme lanciato dalla responsabile di Alternativa Popolare è di quelli non sottovalutatili.

"A gennaio 2018 si sono registrati in Italia 164 casi di morbillo e due morti, una persona di 41 anni e una di 38, per grave insufficienza respiratoria".

"Più di 20mila casi e 35 vite perse per il morbillo sono una tragedia che semplicemente non possiamo accettare", ha commentato Zsuzsanna Jakab, direttore dell'Oms Europa. I medici hanno subito diagnosticato il morbillo, aggravato da una polmonite interstiziale.

Tra questi 164 casi, ha detto, ci sono stati molti ricoveri per complicanze polmonari.

L'infezione mostra picchi epidemici (di più di 300 casi) nei mesi di giugno 2013 e gennaio 2014, una diminuzione del numero di casi segnalati nel 2015 (range 11-45 casi), una ripresa nel 2016 e un nuovo picco di ben 935 casi a marzo 2017. Il dato di gennaio 2018 sembrerebbe dunque indicare una risalita della curva. Nei 30 Paesi dell'Eu/Eea i casi di morbillo segnalati nel 2017 sono stati 14.451, inclusi 30 morti di cui 19 in Romania, 4 in Italia, 2 in Grecia, e uno in Bulgaria, Francia, Germania, Portogallo e Spagna. Non è noto lo stato vaccinale del rimanente 6% di casi. Con vaste epidemie in 15 di 53 Paesi della regione e 3 Paesi - Romania, Italia e Ucraina - che hanno segnalato il numero piu' elevato di casi. "Non fatevi abbindolare da questi personaggi che stanno cavalcando posizioni antiscientifiche - ha concluso - la vaccinazione resta l'unica arma di difesà'". La Romania ha riportato il tasso di incidenza più elevato (281,4/milione di abitanti), seguita dalla Grecia (89,7/milione) e dall'Italia (82,5/milione). Sono stati riportati aumenti significativi del numero di notifiche di casi, in Francia (115 casi), Svezia ( 28 casi) e nel Regno Unito (144 casi). Nel 2018, rileva il Rapporto mensile dell'Istituto superiore di sanita', sono in corso epidemie in vari Paesi del vecchio continente. La Lorenzin precisa poi che vaccinarsi è l'unica possibilità per stare bene: "bisogna vaccinare i bambini e mettere in sicurezza gli adulti che non si sono vaccinati quando erano piccoli", spiega poi ancora meglio in una intervista su Grazia, sempre sul tema morbillo e malattie contagiose. Dall'inizio dell'epidemia, sono stati sei i decessi in Italia: tre i bambini sotto i 10 anni di età e tre adulti.

Raccomandato: