Casa » Sport

Serie B (27a giornata): Perugia blitz a Frosinone. Cittadella-Empoli finisce in parità

24 Febbraio, 2018, 19:12 | Autore: Eufebio Giannola
  • Serie B – Frosinone vs Perugia-1 conferenza Longo “Al via fase delicata orgoglioso dello stadio pieno”

Già, perché non solo il Cittadella (diretto concorrente) è riuscito a bloccare la marcia dell'Empoli pareggiando 1-1, ma anche tutte le altre in corsa per la promozione hanno perso punti, consentendo alla squadra di Fabio Grosso di guadagnarli su tutte le dirette concorrenti per la promozione. Tra le altre squadre d'alta classifica il compito più gravoso tocca al Frosinone, che deve ospitare l'insidioso Perugia. Espulso Soddimo, autore della rete dei vantaggio dei suoi: Cerri prima e Mustacchio poi compiono l'impresa in rimonta. A un quarto d'ora dalla fine Musacchio ribalta il risultato, Buonaiuto chiude il match al 94°. Veneti avanti grazie alla rete di Kouame siglata nel primo tempo è Bennacer a rispondere sul finale consegnando la vetta all'Empoli. Unico ad aprofittarne il Bari che espugna Terni (inutile la cura De Canio) e raggiunge il Palermo al terzo posto.

I toscani insistono, ma in contropiede Strizzolo e Arrighini vanno vicini al raddoppio per i granata di casa.

TERNANA-BARI 1-2 [3′ Henderson (B), 11′ Defendi (T), 63′ Marrone (B)] - Il Bari continua a volare, avvicinandosi con prepotenza ai primi due posti: altra grande prova di Henderson, ma è l'ex juventino Marrone a battere il fanalino di coda Ternana. Nicastro nel primo tempo porta i pugliesi in vantaggio, nella ripresa Torregrossa firma il pareggio, al 75° Caracciolo su rigore da i 3 punti ai lombardi.

ASCOLI-CESENA 2-1 [25′ Mogos (A), 41′ Fedele (C), 51′ Clemenza (A)] - Tre punti di platino in ottica salvezza per i marchigiani, al termine di una gara giocata con attenzione: Clemenza mette la firma sulla vittoria dei bianconeri, dopo che Fedele aveva riposto a Mogos. La sfida al Novara sarà molto delicata sia per scavalcare gli odierni avversari, che per evitare di fare ulteriori passi indietro e restare invischiati nella zona più rossa della classifica. Ancora Gavazzi a segno al 76°. Finiscono a reti inviolate anche i match Carpi-Entella e Pescara-Cremonese.

Raccomandato: