Preti gay e scandalo in Curia, coinvolti anche Salernitani e sacerdoti dell'Agro

02 Marzo, 2018, 00:44 | Autore: Fausta Monteleone
  • Francesco Mangiacapra e gli scandali dei preti

Dopo la nota ufficiale della diocesi di Napoli con la quale era stata annunciata l'imminente trasmissione dei documenti alle diocesi coinvolte per gli opportuni approfondimenti, ora arrivano le parole del cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli sui presunti casi di omosessualità nei quali sarebbero coinvolti sacerdoti, religiosi e seminaristi di diverse diocesi del Sud: "Napoli non c'entra - ha evidenziato - ci sarebbero due sacerdoti di cui nei fatti non conosco nomi e cognomi - ha affermato - Si é voluto utilizzare Napoli come ufficio postale". Sono comportamenti reiterati nel tempo, non legati a un singolo episodio. L'uomo, al centro dello scandalo di proporzioni nazionali, pubblicato per la prima volta dal giornale on-line Gaynews.it, ha consegnato alla Cancelleria della Curia Arcivescovile di Napoli, la settimana scorsa, oltre 1200 pagine fitte di screenshot di chat e pesanti foto erotiche che svelano una rete hot di preti omosessuali. Tra le diocesi più coinvolte, secondo Mangiacapra, quella di Tursi-Lagonegro, in Basilicata.

L'escort ventottenne ha collaborato all'identificazione e allo smistamento del materiale da lui fornito. "Ci sono tante diocesi". Alcune chat che vengono mandate in onda sono quelle meno forti, dove si leggono i desideri espressi dai preti. "Mi batto per l'autodeterminazione e la liberta' sessuale come base dei diritti civili e le mele marce all'interno della Chiesa sono un ostacolo al progresso civile - prosegue Mangiacapra - La mia e' una causa ideologica, non ne traggo vantaggi personali, non ricevo ne' ho mai chiesto soldi per interviste, spazi in tv o per fornire materiale". Il suo dossier sui preti gay della Chiesa cattolica scotta! "Il mio dossier, con prove circostanziate e nomi certi, e' indirizzato alla persona da cui mi sono recato in Curia, che e' una persona di fiducia, e non vuole innescare nessuna macchina del fango".

Raccomandato: