Riemerso dal lago di Garda il cadavere del sedicenne scomparso

05 Marzo, 2018, 16:52 | Autore: Santina Resta
  • Chiudi
   Apri

Si indaga sull'ipotesi di fuga volontaria. Per cercare Marco si erano mossi anche il Soccorso alpino e i Vigili del Fuoco, che avevano continuato nonostante il maltempo di questo periodo. Era stato visto per l'ultima volta a Riva del Garda, in Trentino.

La conferma è arrivata dalla questura di Trento che ha coordinato le ricerche in queste due settimane. Sono stati i sommozzatori della polizia a trovare il corpo senza vita del ragazzo a più di 20 metri di profondità fra le rocce del fondale del lago. Erano le 15 di giovedì 16 febbraio a Riva del Garda, quando il giovanissimo Marco è stato ripreso dalla telecamera dell'AMP in centro città.

Il cellulare dello studente si sarebbe spento qualche minuto dopo aver imboccato quella strada, restando però agganciato alla cella locale.

Da quel giorno le ricerche del ragazzo non si sono mai interrotte: della sua scomparsa di erano occupate anche le trasmissioni tv "Chi l'ha visto?" e "Quarto grado". Erano circa le 14 del 19 febbraio e la coppia di testimoni, Adriana Berardi e Guido Bodei, hanno detto di aver avvistato un giovane con cappuccio in testa che sembrava proprio Marco Boni: la donna gli ha chiesto se fosse proprio lui, ricevendo una risposta negativa, ma l'uomo ha affermato che lo sconosciuto non aveva l'accento di Brescia.

Raccomandato: