Governo: Di Maio, un accordo Pd -lega

12 Marzo, 2018, 07:26 | Autore: Bianca Mancini
  • Pomponesco in Movimento ringrazia gli elettori per l'appoggio ai 5 Stelle

La sinistra deve ricordare che la politica, quella vera, la si fa dalla base degli elettori e non da accordi con ex élite per riuscire nella conquista di poltrone che alla fine portano a successi effimeri che non sono in grado di costruire nulla. Gli italiani hanno in maggioranza ritenuto più credibili, vicine e necessarie al proprio cambiamento le proposte del M5S e nel complesso della coalizione del centro-destra, ed a loro spetta l'onere di trovare la sintesi per la governabilità. Paura per il contesto di crisi economica internazionale da cui (seppur timidamente) stiamo uscendo, ma che sta lasciando ancora una coda in termini di crisi occupazionale; paura per le conseguenze che l'importante fenomeno migratorio a cui è interessato il territorio italiano europeo può comportare; paura per la condizione di sicurezza delle nostre Città e delle nostre periferie; paura di vedere modificate in peggio le proprie condizioni di vita per alcuni e di non vedere mai il miglioramento delle proprie per altri. Poi il tempo aiuta a riflettere... Ma i primi ad essere richiamati alla responsabilità sono quelli che hanno vinto le elezioni.

L'aspetto ai limiti dell'incredibile, tuttavia, è un altro: quando le chiedo se sia favorevole all'intesa di governo fra il M5S e un Partito Democratico derenzizzato di cui si parla tanto in questi giorni, la signora, che tutto mi è parsa fuorché un'estremista, replica che invece preferirebbe Salvini, in quanto trova maggiori punti in comune con la sua Lega e, sospetto io, non crede che possa esistere ormai un PD derenzizzato. Quasi nessuno, solo il 3% si arrende anche all'idea di un governo tecnico.

Mi viene detto che non è strategico per il PD e forse è così...

Le recenti elezioni politiche ci consegnano un risultato che rappresenta senza dubbio uno spartiacque nella storia del nostro Paese.

Non si è fatta attendere la risposta del Partito Democratico, con il capogruppo Rosato, che ha smentito qualsiasi tipo di alleanza con la Lega perché privi dello stesso programma.

Raccomandato: