Casa » Sport

Inter, Luciano Spalletti: "Abbiamo poca qualità, siamo bravi a complicarci la vita"

12 Marzo, 2018, 17:26 | Autore: Eufebio Giannola
  • Fernando Siani

Luciano Spalletti predica attenzione: "Abbiamo avuto - sottolinea - un periodo con pessime partite". E' polemica sulla risposta dell'allenatore del Napoli Maurizio Sarri, in conferenza stampa alla giornalista di Canale 21 Titti Improta che aveva chiesto se il pareggio contro l'Inter avesse compromesso le speranze di vincere lo scudetto. L'errore di Insigne sotto porta? Il tema è chiaro fin dall'inizio della stagione: la Juventus ha una rosa per fare due squadre abbondanti, il Napoli deve insistere più o meno sempre sugli stessi uomini, con un logoramento che alla lunga rischia di pesare in modo decisivo. Perdere lo scudetto però, rischierebbe di essere considerato un fallimento per i partenopei, visto che gli azzurri hanno deciso di concentrarsi solamente sul campionato, snobbando prima l'impegno in Coppa Italia, venendo eliminati dall'Atalanta, e poi in Europa League, venendo eliminati ai sedicesimi dal Lipsia.

In avvio di ripresa Spalletti inverte le posizioni di Cancelo e D'Ambrosio, con il portoghese spostato a sinistra per dare maggior supporto a Perisic.

Chiosa finale sul mancato imprinting dell'allenatore alla squadra: "Spallettismo assente? Il Napoli ha qualità", l'opinione espressa dal tecnico nerazzurro ai microfoni di Premium Sport, nel corso del programma 'Serie A Live'.

Da non dimenticare, inoltre, come il calendario della Juventus si complicherà alla fine del campionato. Lo fanno tutti ma lui più degli altri.

Il tecnico dell'Inter Spalletti aggiunge: "Siamo stati bravi ad andare a mordere in alcuni momenti e ad aspettare in altri: quando abbiamo riconquistato palla c'era la possibilità di andare a ripartire e fare male, in alcuni casi siamo stati bravi e in altri potevamo fare meglio". Non abbiamo concesso nulla a una squadra forte - ha proseguito - ed abbiamo la colpa solo di aver sbagliato due rigori in movimento. Per l'Inter il pareggio contro il Napoli sa di conferma di un ridimensionamento totale, da accettare e con cui convivere.

"Abbiamo trovato una squadra forte, in serata e giocare qui non è mai semplice, abbiamo tenuto il gioco e non era così scontato dopo la sconfitta con la Roma".

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (88' Rog), Jorginho, Hamsik (69' Zielinski); Callejon, Mertens (85' Milik), Insigne.

Raccomandato: