PAOK-Aek, goal annullato: il presidente invade il campo con una pistola

12 Marzo, 2018, 14:17 | Autore: Doriano Lui
  • Calcio Internazionale

Giornata burrascosa, quella di ieri, nella Souper Ligka Ellada, più conosciuta come Super League, la massima divisione del campionato di calcio greco.

Forse questa volta si è passato il segno. 52 punti a 54 in una sfida decisiva per il titolo e utile a fermare l'egemonia dell'Olympiacos, al momento terzo. Tutto fermo però, fuorigioco e vantaggio annullato. Il provvedimento arbitrale ha scatenato le ire dei calciatori del PAOK che hanno circondato il direttore di gara protestando in maniera vistosa e dando vita ad un accenno di rissa.

Oggi il club di Salonicco ha diramato una minacciosa nota stampa: "A seguito di quello che è successo nello stadio Toumpa, il presidente del PAOK, Ivan Savvides, prepara tutte le procedure necessarie per proteggere sia la squadra che tutti i suoi dirigenti e collaboratori, dalle minacce e dagli attacchi che hanno ricevuto e subito".

"La tua carriera finisce qui", avrebbe detto al direttore di gara, mostrando l'arma al suo fianco, prima di essere scortato fuori dal campo dalla polizia e trattenuto a fatica per tutto il tempo da varie persone entrate in campo per evitare il peggio.

Follia in campo: patron protesta in campo e minaccia arbitro con... La partita di fatto non si era nemmeno conclusa, con l'incredibile ingresso di Savvidis in campo avvenuto al 97′ che ha anticipato la fine di PAOK-Aek. Sulla pistola del presidente del Paok: "All'inizio non l'abbiamo vista - ha ammesso Jimenez -, poi ce ne siamo accorti perché si è avvicinato all'arbitro facendogli vedere l'anca e la fondina".

Raccomandato: